Tempo di lettura: 5 minuti
SERIE A, VENTINOVESIMA GIORNATA

VERONA H.-ATALANTA 0-5: ILICIC-TRIS, NERAZZURRI DEVASTANTI

Partita praticamente perfetta: sbloccata subito, controllata quanto basta e correndo un solo serio rischio e chiusa nel finale di primo tempo per poi tracimare nella ripresa. L’Atalanta torna a splendere dopo lo stop di Torino e lo fa nel migliore dei modi facendo a brandelli un Verona a tratti annichilito: subito in gol con Cristante in avvio, i nerazzurri rischiano quando Matos colpisce il palo su una uscita un po’ così di Berisha, poi trovano il raddoppio con Gomez che viene annullato dal Var che però concede il penalty nel finale per un fallo subito in area da Petagna e che Ilicic mette nel sacco. Nella ripresa ancora lo sloveno scatenato segna subito il colpo del 3-0 e trova la tripletta personale con un altro bellissimo gol; gloria anche per il Papu, che di testa sigla il definitivo 5-0. Tre punti che pesano come macigni, la Dea aggancia la Samp al settimo posto valido per i preliminari di Europa League e arriva alla pausa per le nazionali caricata a mille.

Verona: nella città di Romeo e Giulietta, l’Atalanta continua la sua settimana calcistica in viaggio con l’ultima di tre trasferte consecutive e con la grandissima occasione di avvicinare (se non, addirittura, agganciare) in classifica la Samp che nell’anticipo ne ha prese cinque in casa dall’Inter; uno stimolo in più per cercar di metter in campo la giusta testa e concentrazione per cercar di aver la meglio di un Verona in salute e reduce da due successi consecutivi che lo hanno a dir rilanciato nella corsa alla salvezza che sino a qualche tempo fa pareva compromessa.

GASP CON I TRE TENORI: mister Gasperini conferma dieci degli undici giocatori che hanno disputato il match di domenica scorsa contro il Bologna: De Roon va in panchina con Cristante che arretra al fianco di Freuler in mezzo al campo mentre Castagne e Spinazzola agiranno da esterni; in attacco Ilicic sarà il trequartista alle spalle di Gomez e Petagna. Nei padroni di casa Romulo torna titolare al posto di Felicioli e agirà nella linea mediana con Buchel, Calvano e Verde mentre in avanti è confermata la coppia offensiva composta da Matos e Petkovic con Kean ancora out.

LAMPO-CRISTANTE, SUBITO 1-0: piove al Bentegodi con il match che prende il via e l’Atalanta che fa subito centro al primo minuto di gioco con Cristante che con un gran destro da dentro l’area va prima a colpir il palo e poi la sfera finisce in rete per l’1-0 dei nerazzurri. Nerazzurri scatenati in avvio e vicini al raddoppio al sesto con Castagne che entra in area ed offre un bel pallone a Petagna che però da buona posizione manda il pallone alle stelle. Al ventesimo è Ilicic a farsi vedere con un tentativo in area con controllo e tiro ma mira imprecisa.

CI SALVA LA TRAVERSA: il Verona attende e pare subire solamente e, invece, nella prima occasione in cui porta il pallone oltre la propria metà campo va ad un passo dal pari al minuto ventidue quando Verde mette in mezzo un pallone rasoterra su cui Berisha esce in maniera non troppo eccelsa e viene anticipato da Matos che colpisce la traversa a porta praticamente sguarnita: pericolo incredibile corso dai ragazzi del Gasp.

VAR-SHOW, ILICIC FA BIS SU RIGORE: l’Atalanta tuttavia non si scompone e prosegue nella sua partita alla ricerca del gol della sicurezza che trova a cinque dalla fine con Gomez, che riceve palla da Masiello e tira sul filo del fuorigioco e mette nel sacco la rete che, purtroppo, il Var vede viziata da posizione irregolare dell’argentino e l’arbitro quindi annulla un gol che poteva essere una mezza liberazione per il capitano nerazzurro reduce da un momento certamente non esaltante. Ma la tecnologia tanto toglie e tanto da ai ragazzi del Gasp quando, nel primo dei tre minuti di recupero concessi, Ilicic entra in area e conclude chiamando a Nicolas alla deviazione in corner ma il direttore di gara vede una trattenuta in area subita da Petagna: controllo al monitore e calcio di rigore per l’Atalanta. Va Ilicic dal dischetto ed il raddoppio è cosa fatta per i nerazzurri che chiudono così la prima parte di gara avanti di due gol al Bentegodi.

RIPRESA: PRONTI, VIA… TRIS!: nessun cambio da parte del Gasp durante l’intervallo e la ripresa che inizia proprio in maniera identica al primo tempo: pronti-via e l’Atalanta cala il tris con una bellissima azione partita da Gomez per Petagna che vede Ilicic e gli passa la sfera scatenando lo sloveno che ne salta due e poi mette nel sacco il punto del 3-0 per la squadra del Gasp.

GIOCO, PARTITA… ILICIC!: con il gol che mette il match in ghiaccio definitivamente, il Verona inizia a sperare che i minuti scorrano il più velocemente possibile, anche perchè l’Atalanta non ha per nulla intenzione di fermarsi: al tredicesimo bel pallone per il Papu che entra in area decentrandosi e conclude sul fondo, poi Ilicic ci prova su punizione da ottima posizione mandando di poco sopra la traversa; prove generali della tripletta che lo sloveno andrà a realizzare al minuto ventitre quando Gomez fa sponda per il sinistro dal limite del numero settantadue nerazzurro: il tiro del giocatore ex Fiorentina tocca la traversa e termina in rete. La Dea cala il poker! Primo cambio nel frattempo per il Gasp, con Cristante che lascia il campo a De Roon.

E IL PAPU FIRMA LA MANITA: il gol del 4-0 fa uscir definitivamente di scena il Verona ma non un’Atalanta mai paga del risultato e che regala così la gioia del gol anche al Papu: Petagna, dall’interno dell’area, scarica un sinistro sul primo palo che Nicolas respinge e Gomez è il primo ad arrivare sulla sfera di testa e appoggiare in rete a porta vuota. Piccola consolazione per il Papu il suo ritorno al gol in un momento che rimane comunque non certo dei più felici l’argentino e la testimonianza è data da quanto accade al trentasettesimo quando l’argentino prova pallonetto in area a scavalcar il portiere, palla sul palo e che passa sulla linea di porta ed esce: si commenta da se.

AGGANCIO-SAMP RIUSCITO: finale di match che porta alla statistica solo gli ingressi in campo di Haas per Ilicic e Gosens per Spinazzola (zoppicante, da verificare le sue condizioni) negli ultimi minuti di una partita che l’arbitro decide (saggiamente) di mandare in archivio senza recupero: una cinquina che rilancia ancor di più la rincorsa dei nerazzurri all’Europa e che consente di agganciare la Sampdoria in classifica al settimo posto in quella che si preannuncia una lunga volata nelle prossime dieci partite in cui i ragazzi del Gasp faranno di tutto per regalare nuovamente quel sogno chiamato Europa League ai propri tifosi: e ora godiamoci la pausa, per ricominciare tra due settimane più carichi che mai!

IL TABELLINO

VERONA HELLAS-ATALANTA 0-5 (primo tempo: 0-2)

RETI: 2′ p.t. Cristante, 49′ p.t. Ilicic su rigore, 3′ s.t. e 24′ s.t. Ilicic, 26′ s.t. Gomez

VERONA (4-4-2): Nicolas ; Ferrari, Caracciolo , Vukovic, Fares; Romulo , Buchel (1’st Valoti), Calvano, Verde (10’st Aarons ); Matos, Petkovic (24’st Felicioli). In panchina: Silvestri, Coppola, Fossati, Zuculini, Bianchetti, Boldor, Bearzotti, Souprayen, Heurtaux. Allenatore: Pecchia

ATALANTA (3-4-3): Berisha; Toloi, Palomino, Masiello; Castagne, Cristante (29’st de Roon), Freuler, Spinazzola (43’st Gosens); Ilicic (43’st Cornelius), Petagna, Gomez. In panchina: Gollini, Rossi, Melegoni, Haas, Hateboer, Barrow. Allenatore: Gasperini

ARBITRO: Di Bello di Brindisi

NOTE: gara di andata: Atalanta-Verona H. 3-0 – pomeriggio piovoso, terreno in discrete condizioni – ammoniti: Calvano, Ilicic, Cristante, Ferrari, Valoti – calci d’angolo: 4-4 – recuperi: 5′ p.t. e 0′ s.t.

image_pdfimage_print