Tempo di lettura: 2 minuti

DE ROON SOLO NEL DESERTO, ATTACCO-FLOP

In una gara dove probabilmente nemmeno mister Reja ci ha capito molto, è il solo De Roon a meritarsi gli onori per una prova disputata discretamente. Sportiello para il rigore anche se in molti vedono colpe sul gol subito che non reputiamo tali; attacco oggi completamente disinnescato dalla difesa del Chievo: nessuno sopra la sufficienza.

LE PAGELLE

ALL.: REJA 5: diciamocelo, questa volta ci ha capito un po’ poco: certo, se poi i suoi perdono la testa in campo non gli si può certo dar colpe però alcune mosse iniziali (Kurtic su tutte) non hanno convinto. Peccato.

SPORTIELLO 6.5: qualcuno vede delle responsabilità sul gol subito, personalmente vedo più meriti che demeriti suoi per aver posticipato una sconfita che, con l’uomo in meno e sotto l’assedio del Chievo sarebbe comunque arrivata.

CHERUBIN 4,5: la convincente prova di domenica scorsa (con gol) ha spinto il tecnico a dargli nuovamente fiducia, peccato che lui la ripaghi cadendo nella palese provocazione di Paloschi. Vero, l’arbitro poi esagera e ci mette del suo, ma perchè reagire in quel modo? Sarebbe bastato poco e, probabilmente, avremmo parlato di un’altra partita. Colpevole.

PALETTA 6: fa quel che può, ma non appare a tratti irresistibile nemmeno lui. Sufficiente.

BRIVIO 5.5: spesso in difficoltà, tiene bene un tempo poi cala vistosamente.

RAIMONDI 6: forse un po’ troppo nervoso, ma fino a quando lui resta in campo la squadra regge comunque bene.

DE ROON 6.5: l’unico a meritarsi la sufficienza piena. Predica però in mezzo al deserto.

KURTIC 4: alla sua poco convincente partita aggiunge una espulsione veramente assurda. Più fatti e meno parole!

GRASSI 5.5: eccessivamente nervoso, rimedia una ammonizione che lo allontana ancor di più dal gioco.

GOMEZ 5.5: attacco oggi disinnescato dal Chievo, è l’unico a provarci almeno un paio di volte.

DENIS 5: solo la davanti, dopo la gloria di domenica oggi non la tocca praticamente mai.

MAXI MORALEZ 5: idem come per Gomez, ma lui non riesce proprio a combinare qualcosa di buono oggi. Peccato.

SOSTITUZIONI

BELLINI 6: entra proprio appena prima della sciocchezza di Cherubin. Incolpevole.

STENDARDO 6: rinforza gli ormeggi in difesa, ma non basta.

MONACHELLO s.v.: entra nei minuti finali senza lasciar traccia.

image_pdfimage_print