Tempo di lettura: 2 minuti

Guido Marilungo mostra la maglia numero 66 che indosserà da sabato

Benvenuto Marilungo. L’atteso colpo di mercato, tanto atteso dai tifosi atalantini, si è presentato alla stampa poco dopo le 13. In compagnia del direttore generale Roberto Spagnolo e del direttore sportivo Gabriele Zamagna, il ragazzo di Montegranaro, provincia di Ascoli Piceno, è apparso carico, motivato e pronto a ricambiare la fiducia data dalla società atalantina.

Nonostante la giovane età, le idee del calciatore ascolano, classe 1989, sono ben chiare: la serie A a tutti i costi. «Ho l’ambizione e la voglia di tornare subito in serie A e di vincere il campionato, come ho fatto a Lecce nella passata stagione. Il progetto dei nerazzurri è solido, a Bergamo c’è tanta passione e io dunque non ho avuto nessun problema a scendere in serie B».

«Spero di ritagliarmi subito uno spazio importante, anche se non sarà facile, perché sono arrivato in un gruppo già solido. Sono già pronto per scendere in campo sabato dal momento che alla Samp mi sono sempre allenato. I mie ex compagni hanno saputo anche loro mercoledì mattina del mio trasferimento: gli ex atalantini Pazzini, Zauri e Tissone mi hanno parlato benissimo di Bergamo». (fonte: ecodibergamo.it)

L'immagine che apre il sito Atalanta.it con l'autografo di Guido Marilungo

image_pdfimage_print