Tempo di lettura: 3 minuti

TIM CUP, TERZO TURNO ELIMINATORIO

ATALANTA-CREMONESE 3-0: DEA SUL VELLUTO, ORA IL PESCARA

Esordio stagionale di Coppa con vittoria per i ragazzi di Gasperini che superano la Cremonese con un rotondo 3-0 ed avanzano al quarto turno di Tim Cup grazie ad una prova convincente contro un avversario comunque di due categorie inferiore: dopo un avvio titubante ed una occasione ospiti i nerazzurri sbloccano la gara con Toloi per poi riscire a gestire il vantaggio e raddoppiare grazie ad un autogol nato da una conclusione velenosissima di Gomez. Tutto più facile nella ripresa per l’Atalanta che trova anche il terzo gol ad un quarto d’ora dalla fine grazie al promettente Kessie. Nel quarto turno c’è il Pescara (successo 2-0 sul Frosinone) per i nerazzurri.

Bergamo: niente di straordinario per una squadra che ha fatto solamente il proprio dovere, ma considerando che le partite di coppa d’agosto regalano sempre più di una insidia, il passaggio del turno dell’Atalanta ai danni della Cremonese (squadra di Lega Pro) va preso sicuramente in maniera positiva. Un deciso 3-0, dopo un avvio un po’ allegro che poteva costar guai peggiori agli uomini di Gasperini, e sfida col Pescara a novembre guadagnata: in caso di ulteriore successo c’è la Juve campione agli ottavi.

DISTRAZIONE PERICOLOSA: si è detto quindi di una gara senza storie, di fatto però all’ottavo la prima vera occasione da rete è di marca ospite, con un lancio lungo dalla difesa per Bringhenti, che brucia sulla velocità Dramè, ma non riesce a sorprendere Sportiello col tentativo di pallonetto. Nell’undici nerazzurro Raimondi è stato preferito a Djimsiti e Stendardo in difesa, mentre a centrocampo è stata davvero sopra le righe per potenza e visione di gioco la prova di Kessie, ma anche di Petagna nel finale, in attacco al posto di un Paloschi ancora tra luci ed ombre.

Toloi esulta dopo la reteTOLOI GOLEADOR: all’undicesimo però l’Atalanta passa grazie all’ottimo spunto di D’Alessandro sulla destra, che vince un contrasto e mette al centro per Toloi, che tutto solo di testa batte Ravaglia per l’1-0. Lo stesso difensore goleador al ventesimo rischia l’autogol su cross dal fondo di Brighenti, ma Sportiello è bravo a salvarsi in qualche modo. Tuttavia il raddoppio atalantino arriva alla mezz’ora quando Gomez, crossa da sinistra e trova la sfortunata deviazione di Polak nella propria porta: 2-0 e partita quasi in ghiaccio.

LA CHIUDE KESSIE: pur con ritmi più bassi, la ripresa registra occasioni quasi a senso unico per l’Atalanta, che riesce a cogliere il terzo gol ad un quarto d’ora dalla fine grazie a Petagna che conclude di sinistro, Ravaglia può solo respingere e Kessie a porta vuota insacca mettendo a segno il suo primo gol con la maglia nerazzurra. Da segnalare anche l’esordio del giovane Latte (classe 1999) di cui si dice un gran bene. Missione dunque compiuta per la squadra di Gasperini, attendendo conferme ben più importanti domenica prossima nell’esordio di campionato contro la Lazio dove i punti iniziareanno a contare davvero!

IL TABELLINO

ATALANTA-CREMONESE 3-0 (primo tempo 2-0)

RETI: 10’ pt Toloi, 31’ pt aut. Polak, 30’ st Kessie.

ATALANTA (3-4-3): 57 Sportiello; 77 Raimondi, 3 Toloi, 5 Masiello; 37 Spinazzola, 19 Kessie, 27 Kurtic, 93 Dramè (37’ st 24 Conti); 7 D’Alessandro, 43 Paloschi (21’ st 29 Petagna), 10 Gomez (32’ st Latte Lath). All. Gasperini.

CREMONESE (4-3-3): 1 Ravaglia; 13 Gambaretti, 5 Polak, 6 Lucchini, 3 Gemiti; 18 Pesce (31’ st Luperini), 17 Porcari, 23 Scarsella, 7 Belingheri (9’ st 8 Cavion), 9 Brighenti, 10 Maiorino (9’ st 19 Scappini). All. Tesser.

ARBITRO: Pairetto di Nichelino (Preti di Mantova-Tolfo di Pordenone).

NOTE: spettatori: 4.134 – ammoniti: Gambaretti per la Cremonese; calci d’angolo: 6-3 per l’Atalanta – recuperi: 0′ p.t. e 3′ s.t.

image_pdfimage_print