Tempo di lettura: 4 minuti

SERIE A, QUINTA GIORNATA

EMPOLI-ATALANTA 0-1: TOLOI A SEGNO, LA DEA FA IL BOTTO

Successo importantissimo per i nerazzurri di Reja al Castellani grazie ad una rete di Toloi alla mezz’ora del primo tempo che bagna nel migliore dei modi il suo esordio da titolare segnando di testa il gol-partita. Poche le emozioni di un match che ha trovato nella fiammata atalantina il primo spunto di un primo tempo davvero noioso; nella ripresa l’Empoli prova a forzare ma la difesa nerazzurra regge bene, concedendo pochissimo. Solo nel finale il maggiore pericolo deriva da un contrasto in area tra lo stesso Toloi e Saponara ma nemmeno i sei minuti di recupero (di nuovo!) concessi stavolta separano l’Atalanta da una vittoria importantissima che fa morale e anche classifica.

Empoli: per i titoli di coda della quinta di campionato si accendono i riflettori del Castellani di Empoli dove l’Atalanta va a caccia di punti importanti in quello che è, senza troppi giri di parole, uno scontro salvezza a tutti gli effetti. Se i nerazzurri sono reduci dal beffardo pareggio con il Verona subito al settimo di recupero, la squadra di casa arriva dal bel successo di Udine che ha ridato fiato alla formazione di Gianpaolo dopo una partenza difficile.

QUALCHE CAMBIO: mister Reja cambia ancora in difesa dando spazio all’esordio da titolare di Toloi al posto di Stendardo ed il rientro di Dramè con Kurtic e De Roon a dirigere il centrocampo ed il trio Gomez-Pinilla-Moralez che si ricompone in attacco. Moderato turnover per i toscani con Saponara sulla trequarti intoccabile, mentre davanti c’è Maccarone insieme al giovanissimo Alessandro Piu.

TANTI SBADIGLI: venti minuti di quasi noia e la prima occasione tocca all’Empoli che, con il giovane Piu va a colpir di testa un bel traversone in area nerazzurra con la sfera che finisce sopra la traversa con Sportiello comunque attento. Due minuti dopo Pinilla tenta la solita rovesciata in area ma con mira ampiamente larga. Al ventottesimo Kurtic prova a concludere dal limite dell’area di rigore toscana ma la sfera passa ben sopra la traversa.

TOLOI SVEGLIA TUTTI: in una partita che pare davvero impossibile da accendere, ci pensa Toloi ad infiammare il match allo scoccare della mezz’ora quando l’Atalanta guadagna un corner e, sul seguente traversone di Moralez spunta la testa del difensore nerazzurro che bagna con un bel gol di testa il suo esordio da titolare con la maglia atalantina portando la squadra di Reja avanti. La squadra di casa fatica a ricomporsi dopo il gol subito e il finale di primo tempo rispecchia la falsa riga di una prima frazione che, eccezion fatta per la rete di Toloi, si chiude con l’Atalanta avanti di un gol nella noia generale.

RIPRESA SPENTA: cambia l’Empoli in avvio di ripresa con l’ingresso di Diusse e l’ex Livaja mentre resta tutto invariato nell’undici di mister Reja con la ripresa che inizia con Pinilla che scalda i guantoni a Skorupski con una bella conclusione in diagonale che chiama il portiere dell’Empoli alla deviazione in corner. Reja opta per il primo cambio al dodicesimo con l’innesto della forza di Migliaccio in mezzo al campo al posto di Grassi.

SPORTIELLO C’E’!: brutta botta per Masiello dopo un contrasto con Saponara in area, deve entrare la barella in campo con l’ex difensori del Bari che esce dolorante e Bellini che prende il suo posto. L’Empoli fatica ad imporre gioco e l’Atalanta può così gestir la palla e provar ancora a colpire come al ventottesimo quando la gran botta di Dramè è deviata in corner da Skorupski. I nerazzurri però devono un paio di minuti dopo ringraziare Sportiello che ha il riflesso di un gatto in area nel fermare la conclusione che pareva a colpo sicuro di Saponara che fa correre un brivido lungo la schiena dei tifosi atalantini.

PROTESTE TOSCANE: finale di proteste per i padroni di casa che contestano parecchio in occasione di un contatto in area tra Toloi e Saponara a loro avviso falloso. Ha difficoltà il difensore nerazzurro a tener negli ultimi minuti e Reja opta così per sostituirlo con Stendardo a cinque minuti dalla fine.

PIU’ FORTI ANCHE DEL RECUPERO!: nonostante la bella serata al Castellani, nella testa dei giocatori atalantini è probabile che siano arrivate diverse nubi all’indicazione dei sei minuti di recupero, lo stesso extra-time che fu fatale domenica scorsa, dove invece i nerazzurri sono bravissimi a gestir al meglio la sfera senza correre più pericoli fino al triplice fischio finale che fa calare il sipario su un match che i nerazzurri vincono trovando il guizzo vincende e impacchettando poi a dovere la partita prendendosi tre punti pesantissimi sul campo di una diretta concorrente per la salvezza. Intanto godiamoci questi otto punti in classifica, a pari con la Roma, davanti al Napoli e con la Juve dietro tre punti (non è uno scherzo!) in questo strano inizio di stagione dove un po’ di aria di medio-alta classifica non fa sicuramente male.

IL TABELLINO

EMPOLI-ATALANTA 0-1

RETE: 31’ p.t. Toloi

EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski; Zambelli, Tonelli, Costa, Mario Rui; Paredes, Ronaldo (1’ st Diousse), Croce; Saponara; Piu (1’ st Livaja), Maccarone (34’ st Pucciarelli) – In panchina: Pelagotti, Laurini, Barba, Camporese, Bittante, Krunic, Maiello, Buchel, Zielinski – All.: Giampaolo

ATALANTA (4-3-3): Sportiello; Masiello (20’ st Bellini), Toloi (42’ st Stendardo), Paletta, Dramè; Grassi (13’ st Migliaccio), De Roon, Kurtic; Moralez, Pinilla, Gomez – In panchina: Radounovic, Bassi, Cherubin, Conti, Raimondi, Cigarini, D’Alessandro, Denis, Monachello – All.: Reja

ARBITRO: Gavillucci di Latina

NOTE: spettatori: 14mila circa – recuperi: 0′ p.t. e 6′ s.t.

image_pdfimage_print