Le mani di Sportiello sul Bortolotti: l’Atalanta va, Nantes battuto ai rigori

Tempo di lettura: 3 minuti

Capitan Bellini alza la coppa (foto Atalanta.it)XX TROFEO ACHILLE E CESARE BORTOLOTTI

ATALANTA-NANTES 4-3: va alla squadra di Colantuono la ventesima edizione del trofeo dedicato ad Achille e Cesare Bortolotti dopo una gara con poche emozioni e con i carichi di lavoro di questi primi giorni di ritiro che si sono fatti sentire: meglio gli ospiti nella prima frazione, nerazzurri più vivaci nella ripresa ma il risultato resta sempre fisso sullo 0-0. Si va così ai calci di rigori dove protagonista è il portiere Marco Sportiello che annulla l’iniziale errore di Denis dal dischetto neutralizzando gli ultimi due penalty calciati dai francesi e regalando all’Atalanta la ventesima edizione del trofeo.

Bergamo: il Bortolotti rimane a Bergamo. Nonostante qualche brivido in occasione dell’errore dal dischetto del Tanque Denis nel primo della serie di penalty dopo lo 0-0 al novantesimo, l’Atalanta fa sua la ventesima edizione del trofeo Achille e Cesare Bortolotti superando il Nantes, formazione di tutto rispetto che milita nella serie A francese con giocatori di buona qualità.

RITMI MOLTO AMICHEVOLI: quella vista stasera è stata sicuramente una partita dai ritmi blandi al Comunale, e con pochissime azioni degne di nota; meglio gli ospiti nella prima frazione con almeno un paio di insidiose conclusioni finite fuori non di molto e con l’Atalanta che si fa vedere nel finale con un tentativo di Cigarini su calcio di punizione che finisce alto. Una gara dal sapore d’estate, se non fosse per il violento acquazzone che nel secondoIl pullman dell'Atalanta in arrivo allo stadio tempo ha complicato ulteriormente nei minuti finali la manovra già impacciata delle due squadre: pesa infatti, eccome, il carico di lavoro di questi giorni a Rovetta che ha mostrato un’Atalanta piuttosto imballata che tuttavia ha confermato nuovamente le qualità del nuovo arrivato Boakye e del gioiellino Zappacosta che ben ha figurato in difesa.

FORMAZIONI SPERIMENTALI: l’undici iniziale dei nerazzurri era formato da: Consigli, Zappacosta, Brivio, Benalouane, Cherubin, Molina, Baselli, Cigarini, Bonaventura, Moralez, Boakye. Nella ripresa, in campo anche Brienza, Bellini, Biava, D’Alessandro, Migliaccio, Sportiello, Raimondi, Del Grosso, Estigarribia, Grassi e Denis.

PENALTY CON BRIVIDO: i novanta minuti regolamentari si chiudono così a reti inviolate. Ai calci di rigore, dopo l’errore di Denis che spara a lato, ci pensa il giovane portiere Sportitello a regalare il successo ai suoi, con due parate negli ultimi due penalty francesi. E’ solo calcio d’estate, ma vincere non dispiace mai a nessuno, specie in una occasione molto sentita da tutto il pubblico atalantino.

Foto di gruppo al momento della premiazioneIL TABELLINO:

ATALANTA-NANTES 4-3 d.c.r. (0-0 al 90′)

SEQUENZA RIGORI: Denis fuori, Alhadhur gol, Bellini gol, Veretout gol, Brienza gol, Rongier gol, Del Grosso, gol, Bedoya parato, Estigarribia gol, Bammou parato

ATALANTA: Consigli (17’st Sportiello), Zappacosta (17’st Raimondi), Benalouane (1’st Biava), Cherubin (1’st Bellini), Brivio (17’st Del Grosso), Molina (1’sta D’Alessandro), Baselli (17’st Migliaccio), Cigarini (17’st Grassi), Bonaventura (17’st Estigarribia), Moralez (1’sta Brienza), Boakye (24’st Denis) – A disposizione: Frezzolini – Allenatore: Stefano Colantuono

NANTES: Dupe, Cissokho (40’st Djilobodji), Hansen, Vizcarrondo (40’st Alhadhur), Veigneau (40’st Ndogala), Nkoudou (25’st Bedoya), Deaux (30’st Rongier), B. Toure (20’st Schechter), Bessat (36’st Bangoura), Veretout, Bammou – A disposizione: Badri – Allenatore: Michel Der Zakarian

image_pdfimage_print