L’Atalanta riporta a casa il Trofeo Bortolotti: guizzo del Tir nel finale, battuta l’Udinese

Tempo di lettura: 4 minuti

XVII TROFEO BORTOLOTTI, ATALANTA-UDINESE 1-0: la squadra di Colantuono torna al successo nel trofeo dedicato ad Achille e Cesare Bortolotti dopo due edizioni e lo fa al termine di una prova decisamente positiva con l’Udinese, decisa a cinque minuti dalla fine da una rete di Simone Tiribocchi. Diverse occasioni sciupate nel primo tempo dai nerazzurri con Moralez che colpisce anche una traversa nel finale del primo tempo. Buone indicazioni complessive dalla squadra, apparsa in condizione e solida in difesa anche se imprecisa in zona-gol.

Bergamo: la calura di fine luglio con una leggera brezza a mitigarla avvolge il Comunale nell’antipasto di serie A tra Atalanta e Udinese che si disputano la diciottesima edizione del Trofeo Bortolotti, appuntamento ormai classico dell’estate calcistica nerazzurra in ricordo di Achille e Cesare Bortolotti che grandi cose hanno fatto per la causa atalantina.

Ricordando Morosini: Atalanta e Udinese si sfidano oggi per la prima volta sul campo dopo la scomparsa di Piermario Morosini calcisticamente cresciuto nel vivaio nerazzurro e lanciato nel calcio professionistico dalla società del presidente Pozzo. Per onorare il ricordo di Piermario le due squadre faranno il loro ingresso in campo indossando una t-shirt che ricorda il giovane.

Calcio e solidarieta: la speciale maglia dell’Atalanta, appositamente disegnata per il trofeo, verrà poi messa all’asta ed il ricavato sarà destinato al Fondo Atalanta istituito dalla società nerazzurra per opere di beneficenza.

Partita vera: chi pensava a poco più di un allenamento per le due squadre dovrà ricredersi perchè fin dalle prime battute le due squadre dimostrano che intenzioni sono davvero serie. Dopo un quarto d’ora in cui i nerazzurri giocano a nascondino, l’Atalanta inizia a spingere e proporsi in avanti con l’Udinese che è costretta ad agire di rimessa puntando soprattutto sulle qualità del neo acquisto Muriel. Intorno al ventesimo Denis impegna il portiere dell’Udinese con una conclusione da fuori respinta in due tempi. Poi tocca a Schelotto andar a colpire di testa da buona posizione e spedire alta la sfera.

Sprechi di Denis & Muriel: la partita si fa sempre più intensa, con le due squadre che si danno battaglia ed i nerazzurri che vanno nuovamente vicini al gol con la bella combinazione tra Moralez e Denis con il Tanque che salta il portiere con un bel pallonetto ma è decisivo il salvataggio sulla linea di Danilo. A ridosso della mezz’ora anche l’Udinese ha la sua ghiotta occasione con Muriel che entra in area, fa quel che vuole e conclude rasoterra angolando troppo e spedendo la sfera fuori di un nulla.

Anche la traversa: passato lo spavento, i nerazzurri continuano a macinare gioco e creare occasioni ed è nuovamente Schelotto a ricevere in area un bel cross di Maxi Moralez con il suo colpo di testa che è nuovamente impreciso. Il piccoletto argentino dell’Atalanta è ancora protagonista poco prima del quarantesimo con una splendida conclusione dalla media distanza che impatta all’incrocio dei pali e torna in campo; davvero sfortunata l’Atalanta che non riesce a sfruttare le occasioni create in un primo tempo che andrà di li a poco a concludersi con il risultato inchiodato sullo 0-0.

Ripresa, tocca a Parra: Colantuono inserisce Peluso per Brivio in avvio di ripresa, ed il secondo tempo riparte sulla falsa riga del primo con l’Atalanta che prova a far la partita e l’Udinese che aspetta per ripartire e far male. Al sesto entra anche Parra, con il neo attaccante nerazzurro che va a rilevare Bonaventura. Bel lancio di Moralez al dodicesimo per Denis che tenta la mezza rovesciata in area con la palla che fa la barba al palo e si spegne sul fondo. Al quarto d’ora tocca a Raimondi rilevare Schelotto ed è il turno anche per Simone Tiribocchi che va a sostituire un applauditissimo Tanque Denis.

Cambi e poco altro: avanzano i minuti e, con la girandola dei cambi, muta anche l’aspetto delle due squadre in campo con il ritmo che va diminuendo; entra anche Ferri al ventesimo al posto di Manfredini ed in seguito anche Scozzarella per il più che positivo Kone. Minuti che scorrono, occasioni sempre più sporadiche e lo spettro dei rigori che inizia ad aleggiare tra gli spalti del Comunale se entro il novantesimo non arriveranno gol. Arriva anche il turno di Frezzolini a dar il cambio tra i pali ad Andrea Consigli. Fiammata di Moralez alla mezz’ora, conclusione che viene però respinta in corner dalla difesa dell’Udinese.

Rigore o no?: proteste in area friulana al trentatreesimo con Domizzi che trattiene Parra e la panchina nerazzurra che protesta vivamente per un possibile penalty non fischiato dall’arbitro. Finezza di Parra per Tiribocchi che restituisce il favore all’argentino la cui conclusione è però agevolmente parata dal portiere al trentacinquesimo.

Un momento della premiazione finale (fonte: Atalanta.it)

La spallata del Tir: mentre la partita pareva destinata ad incanalarsi sullo 0-0, a cinque dalla fine arriva la fiammata dei nerazzurri con Simone Tiribocchi che raccogli un ottimo assist di Scozzarella e va a colpire di testa, (e anche di spalla), il pallone che si insacca nella porta friulana e porta l’Atalanta in vantaggio. La squadra di Guidolin ha così cinque minuti per cercare di trovare almeno il pareggio dopo una gara in cui i friulani non hanno decisamente brillato, con il solo Muriel tra le note positive nelle fila ospiti.

Il Bortolotti torna a casa: l’ultima offensiva ospite è un tentativo di cross del neo entrato Faraoni con Frezzolini che allontana con i pugni la minaccia; ancora un paio di minuti di recupero ed al novantatreesimo l’arbitro chiude i giochi con il triplice fischio che permette ai nerazzurri di riportare a casa il Trofeo Bortolotti dopo aver perso le ultime due edizioni ma, soprattutto, al termine di una bella partita ed una prova importante dei ragazzi di Colantuono che hanno decisamente convinto: sarà solo calcio d’estate, siamo solo alla fine di luglio ma questa Atalanta è piaciuta, e gli applausi del pubblico durante ed a fine gara ne sono la dimostrazione.

Il video del gol-partita di Simone Tiribocchi (fonte: youtube.it):

http://www.youtube.com/watch?v=tB3O7i8voPM&feature=related

image_pdfimage_print