Tempo di lettura: 4 minuti

SERIE A, TRENTESIMA GIORNATA

ATALANTA-BOLOGNA 2-0: PAPU E DIAMANTI, CIAO DONADONI

Finalmente!! L’Atalanta ritrova il successo nell’anticipo dell’ora di pranzo contro il Bologna e trova tre punti fondamentali nella corsa alla salvezza grazie alle reti di Gomez e Diamanti (primo gol in nerazzurro per lui) che piegano un buon Bologna che chiude il match in nove. Gara determinata sin da subito dei ragazzi di Reja che segnano poco prima della mezz’ora con l’ex giocatore del Catania che riceve un bel pallone da Diamanti che poi siglerà nel recupero del primo tempo il definitivo raddoppio. Nella ripresa il Bologna spinge ma i nerazzurri falliscono un penalty con Pinilla e, nel finale, la doppia espulsione nei felsinei agevola il conto alla rovescia per il ritorno al successo centocinque giorni dopo l’ultima vittoria.

Bergamo: definirlo “mezzogiorno di fuoco” può essere anche riduttivo per il significato che questo match ha per il destino di un’Atalanta che vuol rompere quel maledetto incantesimo che la vede lontana dai tre punti da ormai quattordici settimane. La gara contro il Bologna di Donadoni è un vero e proprio spartiacque per una stagione che, da semitrionfale, si sta trasformato in una incredibile ricerca dei tre punti smarriti che hanno fatto ricadere i nerazzurri nelle zone pericolose del campionato.

RIECCO STENDARDO: con Toloi fuori causa, riecco Stendardo nella difesa atalantina con mister Reja che riporta Pinilla in attacco con Gomez e Diamanti al suo fianco per provare a far male al Bologna dell’ex Donadoni che punta sugli ex Brienza e Floccari per portar insidie dalle parti di Sportiello.

HABEMUS PAPU: gara che inizia con i nerazzurri che spingono sin dai primi minuti e con Gomez si rendono subito pericolosi; sintomo che per il Papu la giornata potrebbe essere quella giusta per spingere i suoi fuori dalla crisi e tant’è che a cinque dalla mezz’ora la squadra di Reja passa grazie ad una bella iniziativa di Diamanti, che si fa beffe del diretto avversario e va sul fondo mettendo dentro un pallone agile per Gomez che mette dentro il gol dell’1-0 per i nerazzurri.

I DIAMANTI MIGLIORI: con il gol del vantaggio, i nerazzurri arretrano tuttavia un po’ troppo il loro baricentro permettendo al Bologna di avvicinarsi pericolosamente all’area di Sportiello senza fortunatamente riuscir a rendersi pericoloso in maniera importante con un gol giustamente annullato per fuorigioco. Con il primo tempo che pare ormai destinato ai titoli di coda, la squadra di Reja trova il raddoppio a fil di sirena grazie ad una bella iniziativa di Pinilla (che si aiuta un po’ troppo sul diretto marcatore) che, una volta in area, offre a Diamanti la palla che vale il suo primo gol in nerazzurro ed il raddoppio dei nerazzurri che chiude nel migliore dei modi il primo tempo in un Comunale gremito come non mai, grazie ai prezzi popolari proposti dalla società per questa delicata partita.

SUBITO RAIMONDI: finito l’intervallo, il match riparte con il Bologna che inserisce Mounier in attacco al posto dell’ex Brienza e Giaccherini che al quinto va a contatto in area con Paletta e cade ma viene ammonito per simulazione. Al settimo Reja opta per il primo cambio con Diamanti (applauditissimo) che esce per far spazio a Raimondi. I nerazzurri paiono voler attendere un po’ troppo l’avversario, che arriva spesso dalle parti di Sportiello con la difesa che riesce, fortunatamente, a liberare con agilità.

PINILLA SPRECA DAL DISCHETTO: poco prima del ventesimo l’ex Floccari recupera un bel pallone ed entra in area con il suo tiro che viene respinto da Sportiello e la difesa che si salva in corner. A cinque dalla mezz’ora arriva il turno di Migliaccio, che prende il posto di un Kurtic oggi poco convincente mentre Dramè un minuto più tardi è provvidenziale su un pericolosissimo pallone in area che il senegalese manda in corner. L’Atalanta si risveglia poco dopo la mezz’ora quando Gomez si inventa una gran galoppata fino all’area di rigore dove viene steso con il direttore di gara che indica senza esitazione il dischetto del rigore. Penalty che Pinilla si fa però intercettare da Mirante che si salva in corner.

DOPPIO ROSSO PER IL BOLOGNA: gara che si accende improvvisamente nel finale con il Bologna che resta in dieci un minuto più tardi con Mbaye che entra davvero male su Gomez e anche in questo caso l’arbitro non ha dubbi mandando sotto la doccia in anticipo il giocatore felsineo. Gli uomini di Donadoni restano addirittura in nove a cinque dalla fine quando Gastaldello entra duro ancora su Gomez (bersagliato dagli avversari) e rimedia il secondo giallo con annessa doccia anticipata anche per lui.

105 GIORNI DOPO… VITTORIA!!!: la doppia inferiorità numerica della squadra di Donadoni rende ancor più agevole il conto alla rovescia per l’Atalanta che, tra uno spreco e l’altro prima del triplice fischio finale, ritrova così il successo centocinque giorni dopo la vittoria sul Palermo da cui erano seguite quattordici lunghe giornate senza quei tre punti che i nerazzurri ritrovano oggi in un match segnato dalle reti di Gomez e Diamanti che fanno salire l’Atalanta a quota trentatre punti in classifica. Con l’arrivo della primavera è sbocciata nuovamente anche questa Atalanta che, dopo un inverno grigio, speriamo dia inizio ad un finale di campionato meno tribolato e con ancora qualche soddisfazione da toglierci. Bentornata vittoria, bentornata Atalanta!!!

IL TABELLINO

ATALANTA-BOLOGNA 2-0 (primo tempo: 2-0)

RETI: Gomez al 27′ p.t. e Diamanti al 46′ p.t.

ATALANTA (4-2-3-1): Sportiello; Dramè, Paletta, Stendardo, Masiello; Kurtic (71′ Migliaccio), De Roon, Cigarini; Diamanti (54′ Raimondi); Gomez (89′ D’Alessandro), Pinilla – A disposizione: Bassi, Cherubin, Bellini, Conti, Freuler, Gakpé, Monachello, Borriello – All.: Reja

BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Mbaye, Gastaldello, Maietta, Morleo (71′ Masina); Brighi, Diawara, Brienza (46′ Mounier); Rizzo (64′ Acquafresca), Floccari, Giaccherini – A disposizione: Da Costa, Stojanovic, Oikonomou, Ferrari, Zuniga, Pulgar – All.: Donadoni

ARBITRO: Giacomelli di Trieste

NOTE: gara di andata: Bologna-Atalanta 3-0 – spettatori: 18mila circa – espulsi Mbaye (B) al 32’ s.t. per gioco scorretto e Gastaldello (B) al 40’ s.t. per somma di ammonizioni (entrambe per gioco scorretto) – ammoniti Pinilla (A) e Rizzo (B) per gioco scorretto, Giaccherini (B) per comp. non regolamentare – recuperi: 1’ p.t. e 3’ s.t.

image_pdfimage_print