Tempo di lettura: 2 minuti

E ALLA FINE C’E’ SEMPRE SPORTIELLO, GOMEZ ISPIRATO

Buona prova della squadra di Reja in un match non certo entusiasmante ma in cui la difesa riscatta lo svarione costato carissimo con il Verona con una prestazione più che sufficiente con Sportiello determinante nella forse unica vera parata del match. Un po’ sottotono De Roon e Kurtic in mezzo mentre Moralez e Gomez sono una spina nel fianco nella difesa toscana.

LE PAGELLE

ALL.: REJA 7: la sua Atalanta diventa cinica e spietata, e fa niente stavolta se i sei minuti di recupero han fatto venire a tutti brutti pensieri. La sua squadra lotta, segna, imbavaglia la partita e vince con merito. Bene.

SPORTIELLO 7: poco impegnato ma determinante nel finale quando dice letteralmente di no a Saponara pronto ad andare a segno. Saracinesca!

MASIELLO 6.5: ottima prova, peccato per quello scontro in area che lo costringe ad uscire anzitempo, speriamo non sia nulla di grave per lui.

TOLOI 7: e chi l’avrebbe detto? ci mette la firma sul gol-partita, gioca una gara accorta anche se nel finale rischia moltissimo con quel contatto in area su Saponara che poteva costare caro. Buona la prima!

PALETTA 6.5: altro gran baluardo in mezzo alla difesa. Ottima la sua prestazione.

DRAME’ 6.5: attento e propositivo, va anche vicino al gol nella ripresa. Promosso.

GRASSI 6: meno in palla rispetto ad altre gare, svolge comunque con ordine il suo compitino.

DE ROON 5.5: tanti bei lanci, ma anche molti palloni sbagliati. Da rivedere.

KURTIC 5.5: idem come sopra, tanti palloni smistati ma anche tanta imprecisione.

MAXI MORALEZ 6.5: motorino perpetuo che manda in palla la difesa toscana più volte.

PINILLA 5.5: un tentativo di rovesciata e una conclusione alta. Troppo poco per uno come lui…

GOMEZ 6.5: cala un po’ nel finale ma per il resto una partita davvero buona. Tanta roba.

SOSTITUZIONI

MIGLIACCIO 6.5: serve a far legna la in mezzo ed evitare che l’Empoli ci chiuda li. Missione compiuta.

BELLINI 6: rileva degnamente l’infortunato Masiello nel finale.

STENDARDO s.v.: entra nel finale, si gode la vittoria coi compagni.

image_pdfimage_print