1

Le pagelle di Carpi-Atalanta

SPORTIELLO SUGLI SCUDI, BORRIELLO LA COMBINA GROSSA

Resta l’amaro in bocca per una gara che poteva finalmente rompere l’incantesimo ed invece ci regala l’ennesimo punticino che sa davvero di poco: certamente è ancora una volta Sportiello a salvare i nerazzurri da guai peggiori, con Diamanti che, nonostante l’impegno, non è ancora in condizione ottimale per una intera partita. Negativo invece l’impatto di Borriello sul match: prima rischia l’autogol, poi causa il discusso rigore che porta il Carpi al pareggio.

LE PAGELLE

ALL.: REJA 5.5: doveva essere “la partita della vista”, ne è uscita l’ennesima prestazione incolore di una squadra incapace, una volta in vantaggio, di difendere il risultato. Ed il rigore dubbio non deve essere un alibi.

SPORTIELLO 7: sicuramente il migliore. Ipnotizza Lasagna nel primo tempo, nega il gol a Bianco in avvio di ripresa. Sul rigore non può nulla.

BELLINI 6: gettato nella mischia all’improvviso, riesce ancora a farsi valere. Benino.

Kurtic festeggiato dopo il golPALETTA 5.5: a rientro dopo il lungo infortunio, dimostra di non essere ancora al top. Da rivedere.

MASIELLO 6.5: solito baluardo di una difesa balbettante.

DRAME’ 5.5: alterna cose egrege ad errori davvero incomprensibili.

KURTIC 6.5: primo tempo incolore, sale in cattedra nella ripresa trovando anche il suo primo gol in nerazzurro. Peccato che non valga il ritorno ai tre punti.

DE ROON 5.5: un po’ troppo nascosto, non riesce più ad imporre il gioco come sa fare.

CIGARINI 6: peccato, una prova sufficiente finita con quell’infortunio che preoccupa tutti. (MIGLIACCIO 5.5: entra nel momento più difficile, riesce a fare davvero pochino).

DIAMANTI 6: bene, specialmente nel primo tempo, ma nella ripresa le batterie iniziano ad esaurirsi e viene sostituito (GAKPE’ s.v.: dentro nel finale, non lascia traccia)

PINILLA 5.5: poco servito, combina pochino in un match dove era chiamato a dar continuità al gol segnato domenica scorsa (BORRIELLO 5: e la combina davvero grossa con quel fallo su Poli che costa il rigore dell’1-1; in precedenza aveva sfiorato l’autogol…)

D’ALESSANDRO 6.5: prova positiva, inizia da lui la cavalcata che porta al traversone che vale il momentaneo vantaggio. Bene!