Le pagelle di Inter-Atalanta

ALL.: GASPERINI 5.5: alla fine quando ne prendi quattro c’è poco da fare. Al netto di diversi episodi discutibili la squadra tiene un tempo e poi con il rigore a inizio ripresa getta definitivamente la spugna. Obiettivo voltare pagina in fretta, la serie di partite difficili è solo all’inizio.

CARNESECCHI 5: incerto sul primo gol, esce male in occasione del secondo. Poi para un rigore a Lautaro ma ormai il danno è fatto. Rivedibile anche il quarto gol preso.

SCALVINI 5.5: parte benino poi inizia spesso ad andare in difficoltà (BAKKER 5.5: gioca una buona parte di ripresa ma a gara ormai compromessa)

DJIMSITI 6: tutto sommato è tra i pochi a salvarsi la dietro questa sera.

KOLASINAC 5.5: serata complessa anche per lui. Spesso in ritardo, viene poi sostituito nella ripresa (HIEN 6: gioca quasi un tempo in maniera tutto sommato sufficiente).

HATEBOER 4.5: quasi mai in partita, in occasione del secondo gol Lautaro si fa beffa di lui.

EDERSON 6: cerca di mettere un po’ di ordine li in mezzo in una serata difficile.

PASALIC 5.5: mezzo punto in meno del compagno di reparto per quel pallone perso malamente che consente di calciare a Lautaro sulla traversa.

ZAPPACOSTA 5: qualche scatto e poco altro. Non lascia tracce di se.

KOOPMEINERS 5: anche lui praticamente mai in partita e spesso fuori dagli schemi. Non bene (ADOPO 5.5: entra a giochi fatti, fa vedere qualcosina ma nulla di più).

DE KETELEARE 6: parte col piglio giusto, va anche a segno ma il Var gli vanifica un gol che a San Siro sarebbe valso doppio per lui. Poi viene anche lui un po’ travolto dall’andazzo del match (LOOKMAN 5: rimedia una ammonizione e niente più).

MIRANCHUK 5.5: complicata anche per lui questa partita. Si vede poco e sbaglia spesso (TOURE’ s.v.: entra nel finale di gara)




Le pagelle di Milan-Atalanta

ALL.: GASPERINI 6.5: esce indenne, ma questa è forse la sua Atalanta meno bella vista nelle recenti sfide con il Milan. Subito sotto pressione, trova il pari a fine primo tempo ma poi non riesce a creare altre occasioni e subisce per quasi tutta la ripresa. Bene il punto preso, meno il resto…

CARNESECCHI 7.5: decisivo anche questa sera. Un paio di parate da urlo ed una terza, su Leao, vanificata dal fuorigioco. Bene!

SCALVINI 6.5: nel finale subisce un brutto colpo alla spalla che lo mette fuori causa dopo una prova comunque convincente (TOLOI s.v.: entra negli ultimi minuti)

DJIMSITI 7: ottima prova per lui, riesce a neutralizzare al meglio Giroud, stasera evanescente.

KOLASINAC 6.5: nonostante un taglio rimediato durante uno scontro di gioco, mette il turbante e si tuffa nella battaglia con i compagni.

HOLM 6.5: primo tempo discreto, ha il merito di procurarsi il rigore che vale il pareggio (ZAPPACOSTA 6: un po’ timido, ma gioca una ripresa tutto sommato sufficiente).

EDERSON 7: nonostante la serata sottotono, lui in mezzo è sempre una garanzia.

DE ROON 7: vedi sopra, prestazione di grande valore nonostante l’ammonizione rimediata quasi subito che poteva condizionarne la gara.

RUGGERI 5.5: stasera non può spingere ed è costretto a far quel che può (HIEN 6: nella mischia nel finale per evitare altri pericoli dietro. Missione compiuta).

KOOPMEINERS 6.5: freddo e perfetto in occasione della battuta del rigore, poi però anche lui oggi è meno in palla rispetto ad altre occasioni.

MIRANCHUK 5.5: oggi piuttosto timido e con poche idee. Gira spesso a vuoto (SCAMACCA 4.5: impalpabile, non lascia tracce di se in campo. Fuori condizione).

DE KETELEARE 5.5: l’emozione di San Siro gioca un brutto scherzo a Carletto. Poco in partita, spesso ben arginato dai suoi ex compagni (LOOKMAN 6: troppo nervoso e subito ammonito, regala qualche bella giocata che fa capire che è tornato in forma, poi però si perde nel momento decisivo).




Le pagelle di Atalanta-Sassuolo

ALL.: GASPERINI 8: quinta vittoria di fila, un pizzico di fortuna (che non guasta mai) nei momenti decisivi e la sua Atalanta va, si presenta al ciclo di ferro di partite come meglio non poteva. Il bello viene ora, avanti con fiducia!

CARNESECCHI 9: le prende tutte, ma proprio tutte. Non solo il capolavoro dei due rigori parati nel giro di pochi minuti, ma anche prima era risultato decisivo in almeno due occasioni. Gara da incorniciare.

SCALVINI 6: una buona partita, macchiata però dall’ingenuità colossale in occasione del fallo di mano in area a fine primo tempo che poteva costare carissimo.

DJIMSITI 6.5: bene, sempre attento e preciso. Una sicurezza.

KOLASINAC 6: pesa, per fortuna non sul risultato, l’ingeunità in occasione del rigore poi ripetuto. Entra prima in area e tocca il pallone respinto da Carnesecchi evitando il corner, ma causandone la ripetizione. Da uno con la sua esperienza non te lo aspetti. (HIEN s.v.: entra negli ultimi minuti di gara)

HOLM 6.5: parte un po’ timido, poi esce alla distanza e regala l’ennesima prestazione più che positiva (BAKKER 6.5: entra e fa subito centro. Il primo stagionale oltre che in serie A per lui. Da possibile partente a marcatore. Che sia la svolta tanto attesa?)

EDERSON 6.5: torna in mezzo al campo a dirigere le operazioni con la solita bravura e qualità

PASALIC 7.5: il suo gol sblocca un match sin li piuttosto inchiodato, poi è giocatore-ovunque: sempre presente nei momenti decisivi a dare supporto alla squadra.

ZAPPACOSTA 6.5: titolare per l’intera partita, ripaga con una prestazione molto positiva.

KOOPMEINERS 7: il gol è la ciliegina sulla torta dell’ennesima grande partita (ADOPO s.v.: entra nel finale).

DE KETELEARE 6.5: incanta meno del solito ma, nel momento in cui Gasp stava ipotizzando una sua sostituzione, pesca dal cilindro la giocata che avvia l’azione del raddoppio nerazzurro (TOURE’ s.v.: entra negli ultimi minuti del match).

MIRANCHUK 6.5: meglio nella ripresa dove va ad un nulla dal gol (SCAMACCA 6: nel finale Consigli gli nega il gol dell’ex).




Le pagelle di Genoa-Atalanta

ALL.: GASPERINI 8: serviva una risposta importante in trasferta, dopo aver fatto tanto e bene in casa, il Genoa era un gran banco di prova. Esame ampiamente superato. Sbanda solo cinque minuti a inizio ripresa ma poi ricomincia come se nulla fosse e vince con merito una partita importantissima. Avanti!

CARNESECCHI 7: sicuro di se, attento e reattivo. Salva i suoi in almeno tre occasioni. Bravo.

SCALVINI 7: che peccato, il Var gli toglie un gol che sarebbe stato una soddisfazione per lui oltre che unico nel suo genere in quanto segnato senza scarpa ai piedi (TOLOI s.v. dentro negli ultimi minuti per la battaglia nel recupero).

DJIMSITI 7: soffre e stringe i denti anche lui, ma non si fa quasi mai sorprendere.

KOLASINAC 7: il solito muro la dietro, un baluardo che da grande sicurezza ai compagni.

HOLM 6.5: parte un po’ contratto, poi riesce a venir fuori con grande bravura (ZAPPACOSTA 6.5: entra, da una mano ai compagni e si toglie anche lo sfizio del gol dell’ex).

DE ROON 7.5: uomo-ovunque li in mezzo, lotta come un gladiatore e gioca sempre con grande intelligenza.

PASALIC 7: protagonista involontario nell’azione del gol annullato a Scalvini, ma gioca una grande partita e da il via alle azioni del terzo e quarto gol.

RUGGERI 6.5: un brutto errore in avvio che poteva costare caro, poi gioca una partita in crescendo e tutto sommato più che positiva (HATEBOER s.v.: dentro nel maxi-recupero per aiutar i compagni)

KOOPMEINERS 8: batte anche la febbre e rientra dopo l’infortunio e lascia subito il segno con una super-prestazione e un gol bellissimo che riporta subito la Dea avanti dopo un avvio di ripresa difficile.

DE KETELEARE 8: gol bellissimo a parte che vale il prezzo del biglietto da solo, confeziona l’ennesima prestazione da incorniciare. Giocatore totale! (MIRANCHUK 6.5: entra, sfiora subito il gol e ci va anche vicino nel finale. Bene)

SCAMACCA 6.5: non segna, ma non gli si può certo dire nulla per l’impegno e la dedizione. Promosso anche dal mister durante la conferenza stampa post-partita. (EL BILAL 7: entra, rompe il ghiaccio in serie A in una partita non certo facile, e trova anche il suo primo gol in nerazzurro. Chi ben comincia…)




Le pagelle di Atalanta-Lazio

ALL.: GASPERINI 8: a tratti oggi è sembrato rivedere l’Atalanta dei tempi d’oro: che sbrana l’avversario, lo mette li e lo stende senza ammettere repliche. In uno scontro diretto oltretutto: applausi.

CARNESECCHI 6.5: ordinaria amministrazione, sempre sicuro e attento. Nel finale non può nulla sul rigore di Immobile.

SCALVINI 7: entra nell’azione del primo gol, poi una prova di grande spessore. Bene.

DJIMSITI 6.5: peccato per quella disattenzione finale che vale il rigore che consente alla Lazio di accorciare.

KOLASINAC 7.5: sbrana l’avversario senza concedergli respiro. Di gran lunga il migliore in difesa.

HOLM 6.5: parte un po’ in difficoltà, poi riesce a venirne fuori al meglio con il passare dei minuti (HATEBOER 6: entra nella ripresa, svolge con ordine il compitino assegnato).

DE ROON 7: bene come sempre, nella ripresa sfiora anche il gol un paio di volte.

EDERSON 7: prova come sempre maiuscola, peccato per quella ammonizione nel finale che gli costerà la squalifica a Genova domenica prossima (MENDINCINO s.v.: entra nel recupero e firma il suo esordio in serie A).

RUGGERI 6.5: anche lui parte piuttosto timido, poi è il mister in primis a cercare di spronarlo e lui risponde bene sul campo.

PASALIC 7: ha il grande merito di sfiorare prima e trovare poi il gol che stappa la partita e la mette subito in discesa. Sempre gol importanti per lui, come sottolineato anche nel post partita dallo stesso Gasp (TOLOI 6: ritorna in campo per un frangente di gara e si rende utile alla causa).

DE KETELEARE 9: magia e poesia: disegna calcio con il pallone ai piedi, si prende anche la responsabilità di calciare il rigore del raddoppio e di segnare lo stupendo gol che chiude la partita. Carletto-show! (MURIEL 6: entra nel finale di match).

MIRANCHUK 6.5: bene, oggi magari meno continuo del solito ma gioca comunque una partita più che sufficiente (SCAMACCA 6: offre lui a CDK il pallone del terzo gol).




Le pagelle di Atalanta-Udinese

ALL.: GASPERINI 7: avanza in scioltezza nella sua risalita della classifica con i suoi che si arrampicano fino al quarto posto pur da confermare. Il 2024 dei suoi è sin qui un continuo crescendo con una squadra solida, quadrata e anche attenta. Nella ripresa rinuncia un po’ a giocare ma gestisce con ordine.

CARNESECCHI 6.5: poco impegnato, ma attento quando serve: decisivo su Ebosele subito dopo il vantaggio di Miranchuk e poi poco dopo su un altro tentativo. Nella ripresa ordinaria amministrazione.

SCALVINI 6.5: buona prova per lui, in avvio va anche vicino al gol. (PALOMINO s.v.: dentro nel finale).

DJIMSITI 6.5: attento, non concede praticamente nulla agli avversari.

KOLASINAC 7: un vero e proprio baluardo insormontabile per gli ospiti.

HOLM 6.5: una freccia che scappa via e sa anche farsi trovare pronta quando si tratta di tornar indietro e difendere (ZAPPACOSTA 6: entra a partita ormai praticamente conclusa. Sufficiente).

DE ROON 7: moto perpetuo in mezzo al campo. Una garanzia.

EDERSON 7: quando si mette in moto diventa imprendibile per chiunque. Bravo.

RUGGERI 6.5: bravo, molto spesso coinvolto anche in fase difensiva. (HATEBOER 6: ritorna in campo dopo l’infortunio che lo ha messo per un bel po’ fuori causa. Ottima notizia!).

MIRANCHUK 7: belle giocate, tocchi di classe e un gol che sblocca una partita che stava per diventar piuttosto complicata. (MURIEL s.v.: entra negli ultimi minuti).

DE KETELEARE 7.5: due gol, due assist di Carletto che cresce partita dopo partita e diventa sempre più uomo chiave della squadra. Avanti tutta!

SCAMACCA 7: condisce con il tanto sospirato ritorno al gol una partita di grande sacrificio per la squadra. Merita fiducia, e si è visto. (PASALIC 6: dentro a gara ormai indirizzata, rischia con un intervento che gli costa l’ammonizione).




Le pagelle di Atalanta-Frosinone

ALL.: GASPERINI 8: gran momento dei suoi che continuano a macinare punti e vittorie tra campionato e coppa. La squadra pare star molto bene fisicamente ed essere tornata in bolla. Avanti così!

CARNESECCHI 6.5: almeno tre parate importanti che negano agli ospiti il punto della bandiera.

KOLASINAC 7: partita impeccabile. Concede solo le briciole agli avversari (HIEN 6.5: primo spezzone importante dal suo arrivo in nerazzurro, risponde presente).

DJIMSITI 7: fa buona guardia la in mezzo alla difesa.

SCALVINI 7: anche lui molto bene. Una partita attenta ed ordinata.

RUGGERI 6.5: parte subito forte con l’assist ad Ederson per il 2-0, poi cala un po’ alla distanza e viene sostituito (ZAPPACOSTA 6.5: trova anche la gioia del gol nel finale di match).

EDERSON 7.5: altra partita di assoluto spessore, gol a parte naturalmente. (PASALIC 6.5: entra ed offre l’assist che vale il quarto gol di Zappacosta).

DE ROON 7: importante presenza la in mezzo a coordinare il gioco; offre il pallone a CDK per il tris.

HOLM 7.5: altra grande partita, condita con la gioia nel finale del primo gol con la maglia della Dea.

KOOPMEINERS 7: sblocca subito dal dischetto con freddezza, poi si diverte in campo con i compagni.

DE KETELEARE 7: gran bel gol che mette praticamente in ghiaccio la partita dopo un quarto d’ora, e non solo per il freddo allo stadio… (MIRANCHUK 6.5: regala qualche colpo di classe in pochi minuti).

SCAMACCA 6.5: impegno e voglia non gli mancano, è anche sfortunato quando si vede negar la gioia del gol dal portiere Turati (MURIEL 6: dentro nel finale, va anche lui vicino al gol).