Tempo di lettura: 3 minuti

Commentare una partita come queste diventa difficile, la squadra lotta e dimostra di saper soffire ma, sul più bello, arriva l’amnesia di Canini che permette a Gomez di andar a colpire tutto solo il pallone del pareggio. In occasione del rigore è ingenuo Cazzola ma l’azione inizia nettamente fuori dall’area. Denis segna ma spreca l’occasione per chiudere la partita. Kone non dispiace nemmeno stavolta.

IL TABELLINO:

VERONA-ATALANTA 2-1 (primo tempo 0-1)

RETI: al 42’ pt Denis, al 37’ st Gomez e al 42’ st Jorginho su rigore

VERONA (4-3-3): Rafael; Romulo, Gonzalez, Maietta, Agostini; Jorginho, Cirigliano (13’ st Gomez), Halfredsson; Iturbe (43’ st Moras), Toni, Martinho (27’ st Cacia) – In panchina: Rafael Marques, Laner, Rubin, Mihaylov, Longo, Andrade, Taleb, Donati, Donadel, Sala – All.: Mandorlini

ATALANTA (4-4-2): Consigli; Canini, Lucchini, Cazzola, Brivio; Kone, Carmona (2’ st Migliaccio), Baselli, Brienza (23’ st Giorgi); De Luca (35’ st Livaja), Denis – In panchina: Sportiello, Polito, Scaloni, Nica, Barba, Gagliardini, Marilungo, Pugliese – All.: Colantuono

Arbitro: De Marco di Chiavari

Note: spettatori 18 mila circa – espulso al 40’ st Cazzola per fallo da ultimo uomo – ammoniti: Carmona, Denis, Maietta e De Luca. calci d’angolo: 10-5 per il Verona – recuperi: 1’ e 4’

LE PAGELLE:

ALL.: COLANTUONO 6: la morale è sempre quella, fa quel che può con ciò che ha a disposizione e stavolta non gli riesce l’impresa per poco. Qualche cambio rivedibile ed un finale di troppa sofferenza pagato carissimo.

CONSIGLI 6: attento quando chiamato in causa, rischia grosso con un semi-liscio che per poco non manda in gol il Verona; non può nulla in occasione dei due gol subiti. Incolpevole.

CANINI 4.5: grave la disattenzione quando Gomez colpisce indisturbato il pallone che vale l’1-1 del Verona e che, di fatto, cambia l’andamento della gara. Colpevole.

LUCCHINI 5.5: a fatica dopo un primo tempo discreto, soffre parecchio la ripresa con il Verona alla ricerca del pari.

CAZZOLA 5: colpevole, suo malgrado, perchè nell’occasione del rigore si lascia sfuggire Cacia. Il fallo inizia fuori area, ma la sua ingenuità macchia una gara fin li quasi perfetta.

BRIVIO 6: tutto sommato galleggia in una difesa tutt’altro che simbolo di sicurezza.

KONE 6.5: bravo a far ripartire l’azione e lanciare Denis verso l’1-0, poi nella ripresa soffre con i compagni ma è tra gli ultimi a mollare. Bene.

CARMONA 5.5: subito nervoso e ammonito, lascia subito il posto a Migliaccio in avvio di ripresa.

BASELLI 6: ci prova un paio di volte su punizione, poi fa anche girar bene la palla a tratti. Complessivamente non delude anche se con l’aumento della pressione del Verona va in affanno anche lui.

BRIENZA 5.5: un’ora in campo davvero incolore, non lascia particolari tracce positive.

DE LUCA 6: non gli manca l’impegno e la grinta, peccato non abbia mai palloni buoni da poter giocare.

DENIS 6.5: croce e delizia con quel bel gol che apre la partita, e quell’errore colossale che poteva valere il raddoppio; prima del rigore che porta alla vittoria la squadra di casa non sfrutta una bella occasione frutto di una combinazione con Livaja.

SOSTITUZIONI:

MIGLIACCIO 5.5: entra per far legna in mezzo, ma non sempre si fa trovare puntuale.

GIORGI 5.5: idem come sopra, al rientro dopo l’infortunio non convince molto.

LIVAJA s.v.: entra nel finale; ingiudicabile.

image_pdfimage_print