Tempo di lettura: < 1 minuto

Vacanze finite anche per l’Atalanta. I nerazzurri hanno iniziato oggi i test medici e atletici, domenica prossima la partenza per il ritiro in Val Seriana.

Stefano Colantuono potrebbe cambiare modulo e passare dal 4-4-2 al 4-3-3: “L’idea è quella, anche perché quest’anno non siamo vincolati a esterni di ruolo come l’anno scorso. Come in passato, però, cercheremo di utilizzare al meglio i giocatori a disposizione. Il 4-3-3 potrebbe essere congeniale a Bonaventura, che ormai è diventato un giocatore importante, e a Cigarini, uno dei pochi registi rimasti. Con questo schema anche lui potrebbe avere più libertà. Lotteremo per salvarci, non è una novità, e guai pensare che sarà più facile perché non avremo penalità. Dovremo restare in serie A per dare continuità al progetto e consolidarlo: a Bergamo la permanenza nella massima serie deve diventare un’abitudine”.

Per il ritiro non partiranno Scaloni, Radovanovic, Scozzarella e Contini: non rientrano più nei piani del tecnico. Ci saranno invece Baselli e Kone, due talenti del vivaio che si sono messi in mostra in serie B. Colantuono: “Sono qui con noi e avranno le loro possibilità. In questi anni abbiamo lanciato tanti giovani, io non guardo alla carta d’identità. Però mi aspetto anche che la gente non li fischi al primo passaggio sbagliato”. L’avventura è appena incominciata…

image_pdfimage_print