Tempo di lettura: 2 minuti
La bella immagine del Presidente Ivan Ruggeri e Andrea Mandorlini

Secondo appuntamento con lo speciale dedicato alle ultime promozioni in serie A dell’Atalanta che Diarionerazzurro.it ha avuto il piacere di poter seguire e commentare: quest’oggi è il momento di rivivere le emozioni del campionato cadetto 2003/2004 che, sotto un certo aspetto, fu anche unico nel suo genere: furono ben sei le promozioni in serie A e quarantasei i turni di campionato disputati per via della lunga estate di polemiche che portò ad una serie B formato extra-large che conteneva squadre del calibro di Fiorentina, Torino, Palermo e Genoa.

Presentatasi ai nastri di partenza da neo-retrocessa dopo lo scottante spareggio perso con la Reggina nella stagione precedente, l’Atalanta guidata da Andrea Mandorlini venne rinfoltita da molti giocatori che il tecnico portò da Vicenza: Marcolini e Bernardini su tutti formarono un asse importante nel centrocampo atalantino con il croato Igor Budan in un attacco sostenuto anche dall’esperienza di Carmine Gautieri e dagli astri nascenti di Gianpaolo Pazzini e Riccardo Montolivo.

Quel gruppo seppe sin da subito mettersi in evidenza inanellando una serie incredibili di partite senza sconfitte che, a

Festa nerazzurra sul campo del Comunale

tutt’oggi, rappresentano un vero record per la società nerazzurra. Chiuso in testa il girone di andata con ampi margini sul sesto posto, fu evidente quanto sensibile il calo fisico della squadra nel girone di ritorno che porterà la squadra a doversi sudare la promozione sino all’ultima giornata quando, grazie allo 0-0 contro la Salernitana, anche la matematica spinse in A i nerazzurri che chiusero il campionato al quinto posto e ritornarono tra le grandi del calcio ove, purtroppo, fecero comparsa solo per un anno ritornando nuovamente tra i cadetti la stagione successiva.

Quel 12 giugno 2004 è rimasto comunque una data storica per il tifoso nerazzurro che vede i suoi beniamini ritornare nel calcio che conta e festeggia allo stesso tempo la decima promozione dalla B alla A della lunga storia atalantina.

Rivediamo ora insieme le pagine speciali che Diarionerazzurro.it dedicò a quella magica serata del Comunale, lo potete fare cliccando su: Pag. 1Pag. 2Pag. 3

Buona lettura!

image_pdfimage_print