1

Le pagelle di Milan-Atalanta

ALL.: GASPERINI 6: la sua Atalanta tiene ordinatamente per un tempo ma senza riuscire praticamente mai a pungere davvero; solo nel finale Zapata riesce a impegnare seriamente Maignan. Troppo poco per sperare di portar a casa la pelle da San Siro.

MUSSO 5.5: non convince sul secondo gol, nel finale invece evita che il Milan renda il passivo davvero troppo eccessivo per i suoi.

PALOMINO 6.5: ottima prova, quasi perfetto nel primo tempo mentre nella ripresa fa un po’ più fatica (DEMIRAL 6: dentro negli ultimi minuti, a giochi ormai chiusi).

DE ROON 5.5: in occasione del raddoppio del Milan ha la sua dose di colpe (insieme ai compagni) nel non riuscire a contrastare Hernandez lanciato a rete.

DJIMSITI 6: rischia con un contrato pericoloso su Giraud nel primo tempo, poi per il resto match sufficiente il suo.

ZAPPACOSTA 5.5: agile e rapido nel primo tempo, nella ripresa si perde un po’ anche lui.

PESSINA 5.5: il gol che cambia la partita nasce da un contrato di gioco che lo vede protagonista: probabilmente aveva subito fallo, ma questo non lo risparmia da un voto non sufficiente (BOGA 5: perde malamente il pallone che, preda di Hernandez, vale il raddoppio del Milan).

FREULER 6.5: fa a sportellate col mondo intero, ma sicuramente è tra i più positivi di questa serata.

HATEBOER 5: perde tantissimi palloni, in evidenza più per gli errori che per le giocate utili ai compagni (SCALVINI s.v.: entra nel finale).

KOOPMEINERS 5: troppo leggero il modo in cui prova a chiudere su Leao lanciato a rete in occasione dell’azione dell’1-0.

PASALIC 5.5: punge un po’ nella prima metà della partita, poi poco altro. (MALINOVSKYI 5.5: anche il suo ingresso non sortisce gli effetti sperati; ammonito, il suo campionato si chiude oggi).

MURIEL 5.5: impegna Maignan nel primo tempo con una conclusione insidiosa, poi qualche buon pallone per i compagni e niente più (ZAPATA 6: lotta e si dimena contro mezza difesa del Milan, si costruisce un paio di buone occasioni che meritavano miglior sorte).




Le pagelle di Spezia-Atalanta

ALL.: GASPERINI 6.5: centra l’obiettivo dei tre punti e la squadra risponde presente commettendo, di fatto, solo l’errore sul gol di Verde. Nella ripresa con i cambi da anche una maggior solidità e riesce a trovar i due guizzi che tengono in vita le speranze europee.

MUSSO 6.5: sicuro di se le poche volte in cui viene chiamato in causa; colpevolizzato in modo piuttosto stucchevole sul gol subito: quando un portiere si ritrova davanti a se un attaccante tutto solo ha solamente due scelte: stenderlo e prendersi rigore oppure farlo concludere e sperare che questi sbagli. Incolpevole.

DE ROON 6.5: prima dietro, poi in mezzo e infine di nuovo dietro. Gioca un po’ ovunque una prova tutto sommato onorevole.

PALOMINO 6: bruciato sul tempo in occasione del gol dello Spezia, nella ripresa è sostituito anche per via di un acciacco non ancora del tutto guarito (DEMIRAL 6.5: da maggiore sicurezza dietro oltre ad essere la sponda vincente per il gol del raddoppio di Djimsiti).

DJIMSITI 6.5: qualche sbavatura nel primo tempo, ma si riscatta ampiamente nella ripresa con il fondamentale gol del 2-1.

MAHELE 6.5: corsa e anche qualche buon pallone dispensato in area. Bene dopo parecchio tempo che non partiva titolare. (PESSINA s.v.: dentro nel finale)

FREULER 6.5: riserva infinita di energie in mezzo al campo al servizio della squadra. Esce stremato. (HATEBOER 6: svolge il compitino con ordine fino a fine gara).

KOOPMEINERS 6.5: buon lavoro la in mezzo e anche diversi lanci con il goniometro per spingere in avanti i compagni.

ZAPPACOSTA 6: spinge parecchio nel primo tempo, un po’ disperso nella ripresa.

PASALIC 7: partita ordinata e attenta, la chiude lui con un gol preciso all’angolino ed evita ai suoi un finale in apprensione.

MALINOVSKYI 6.5: meglio nel primo tempo, offre a Muriel il delizioso assist che porta all’1-0 nerazzurro (BOGA 6.5: oggi bene e anche sfortunato: centra una clamorosa trasferta che meritava sicuramente miglior fortuna).

MURIEL 7: avvio fulmineo con il gol del vantaggio, poi si perde un po’ e riemerge nella ripresa con un gran pallone che esce di un nulla sul fondo e facendo spesso impazzire mezza difesa spezzina (MIHAILA s.v.: gioca gli ultimi minuti di recupero).




Le pagelle di Atalanta-Salernitana

ALL.: GASPERINI 5: salvato nel finale da Pasalic, la sua Atalanta a tratti è priva di idee ed appare molle e svogliata. Difficile sperare di tornare in Europa giocando così…

MUSSO 6.5: almeno due interventi importanti nella ripresa che tengono a galla la squadra. Bene.

DEMIRAL 5: si dimentica di Ederson al momento del gol ospite. (DJIMSITI 5.5: qualche pasticcio di troppo ma senza però danni particolari).

PALOMINO 6.5: un po’ ovunque, è sicuramente il migliore la dietro questa sera. Bravo.

SCALVINI 5.5: serata difficile anche per lui. Palloni sbagliati, poco attento. (PASALIC 7: salva la faccia ai compagni, e anche al mister: per l’ennesima volta entra e segna un gol che tiene accesa comunque la speranza di qualificazione europea).

HATEBOER 5: poco utile, non trova mail il guizzo decisivo. (MAHELE 6: è suo il primo, serio, tiro in porta dei nostri con Sepe che si arrangia come può).

DE ROON 6: l’impegno non gli manca, ma pure lui è in evidente debito di ossigeno.

FREULER 6.5: qualcosa di più del suo compagno di reparto, ma anche per lui qualche pallone perso decisamente in modo superficiale.

ZAPPACOSTA 5.5: un paio di buoni cross e niente d’altro. Troppo troppo poco…

BOGA 5: vuol far sempre tutto da solo, e spesso purtroppo esagera.

ZAPATA 5: non era al top, e lo si è purtroppo visto. (MIRANCHUK 6: va un po’ a ritmo alternato, ma qualche buona cosa la mette in mostra).

MURIEL 5.5: polveri bagnate anche per lui oggi. Non incide come ci si attendeva. (MALINOVSKYI 6.5: buon impatto sul match, gran pallone per Pasalic che vale il pareggio finale).




Le pagelle di Atalanta-Torino

ALL.: GASPERINI 5.5: cambi tardivi, scelte iniziali abbastanza discutibili. Alla fine la rimette in piedi, ma la sensazione è anche anche lui abbia perso un po’ di smalto ultimamente.

MUSSO 6: ne prende quattro, ma impossibile dargli particolari colpe.

SCALVINI 6: poche sbavature, svolge ordinatamente il compitino (DEMIRAL 6: gioca mezza ripresa senza particolari acuti).

PALOMINO 6: anche per lui una prova tutto sommato sufficiente.

DJIMSITI 5: protagonista in entrambe le azioni che valgono due gol granata: prima si fa sfuggire Praet, poi rinvia in maniera goffa sull’azione che porta al penalty del provvisorio 2-2 (TOLOI 5: rientro non dei migliori: commette il fallo da rigore che porta il Toro al controsorpasso).

HATEBOER 6: aveva persino segnato un gran bel gol, peccato per quel fuorigioco che ha reso tutto vano.

DE ROON 6.5: lotta su ogni pallone e segna il bellissimo gol del momentaneo 2-1.

FREULER 5: partita non brillantissima, condita dall’incredibile autogol che vale il momentaneo 2-4 granata (PASALIC 6.5: entra e segna nuovamente. Un gol molto importante che rimette in piedi una squadra che pareva tramortita).

ZAPPACOSTA 6.5: buona prova per lui, si conquista anche il rigore per il momentaneo 1-1.

PESSINA 5: ancora una volta tanto fumo e poco arrosto (BOGA 5: opaco e svogliato per l’ennesima volta).

ZAPATA 5.5: gran voglia di lottare anche oggi, sfiora il gol in avvio di ripresa ma la forma dei tempi migliori è ancora lontana (MALINOVSKYI 6: non combina molto, ma è protagonista nell’azione che porta al penalty del definitivo 4-4).

MURIEL 7.5: un’altra serata devastante. Doppietta e anche assist per una prestazione davvero importante, l’ennesima di queste ultime sue uscite. Finchè c’è Luis, c’è speranza!




Le pagelle di Venezia-Atalanta

ALL.: GASPERINI 6.5: tre punti obbligatori oggi, ma nemmeno troppo scontati dopo gli ultimi eventi. Rialza la squadra puntando sui senatori e la risposta arriva proprio da quelli su cui lui ha riposto maggior fiducia. La strada è lunga, ma avanti così nulla è impossibile.

MUSSO 6: subisce un gol senza colpe particolari, il resto è una gara da quasi disoccupato.

DJIMSITI 6.5: buona partita per lui, poche distrazioni.

SCALVINI 6.5: bene anche lui, viene ammonito nella ripresa e questo spinge il mister a non rischiare e sostituirlo (DEMIRAL 6: entra nell’ultima parte di gara, rischia un mezzo pasticcio con Musso e poco altro).

PALOMINO 6.5: anche lui bene, pochi rischi e una partita tutto sommato attenta e ordinata.

HATEBOER 6.5: anche sfortunato, centra il palo sfiorando un gol che avrebbe meritato.

DE ROON 6.5: ordine e attenizione, la in mezzo concede pochissimo.

FREULER 6.5: anche lui gioca bene al rientro dopo l’infortunio. Promosso. (KOOPMEINERS 6.5: entra subito in partita e nel finale si vede spesso anche in zona offensiva).

ZAPPACOSTA 6.5: perfetto il cross che regala a Muriel il pallone del 3-0.

PASALIC 7: gol importante il suo, che cambia una partita che iniziava ad essere troppo bloccata per la mole di occasioni sin li costruite. Utile e attento, è la bestia nera dei lagunari: quattro gol in due partite (PESSINA s.v.: entra nel finale).

MURIEL 7.5: un gol, un palo e diversi assist che potevano aver miglior sorte. Una grande partita per lui oggi. Siamo sulla strada giusta? (CISSE’ s.v.: dentro negli ultimi minuti).

ZAPATA 7: lampi di vero Duvan al Penzo. Fa a botte con tutti, si danna l’anima e ritrova il gol dopo tanto tempo. Che sia davvero la svolta decisiva, la squadra ha grande bisogno di lui! (BOGA 5.5: unico neo della giornata: perde subito due palloni di cui, il secondo, avvia l’azione del gol del Venezia).




Le pagelle di Sassuolo-Atalanta

ALL.: GASPERINI 5: da fiducia a chi ha giocato meno, ma alla fine viene ripagato in maniera inadeguata. Corre ai ripari troppo tardi e paga caro (con un nuovo infortunio) l’utilizzo di Toloi.

SPORTIELLO 7.5: almeno tre parate di grande spessore, tiene i suoi a galla finchè può. Incolpevole sui due gol subiti.

TOLOI 6.5: disputa un buon primo tempo prima di doversi arrendere nuovamente ad inizio ripresa (PALOMINO 6.5: tra i pochi a lottare fino alla fine).

DEMIRAL 6: un po’ sorpreso durante l’azione del primo gol.

SCALVINI 5.5: oggi meno pimpante ed attento rispetto ad altre occasioni.

HATEBOER 5: primo tempo senza mordente. Punge poco, viene sostituito ad inizio ripresa (ZAPPACOSTA 6: fa vedere qualcosina in più ma senza riuscir ad incidere).

PASALIC 6: sfiora il gol in avvio di gara, poi finisce anche lui risucchiato nella mediocrità generale della gara dei nerazzurri (MALINOVSKYI 6: suo il lancio che manda in porta Muriel e vale il 2-1 finale).

PESSINA 5.5: un paio di palloni pericolosi persi e poco altro. Prova non sufficiente anche oggi.

PEZZELLA 5.5: grinta e buona volontà non mancano mai al ragazzo, ma poi la precisione diventa un optional.

MIRANCHUK 5.5: parte bene con alcune belle giocate, poi però finisce per perdersi anche lui (KOOPMEINERS 5.5 era chiamato a dar una svolta al match, purtroppo non ci è riuscito).

BOGA 5.5: alterna la sua grande velocità alla mancanza del passaggio decisivo. Prova a concludere un paio di volte in porta senza successo (MURIEL 6: il gol nel finale, pur inutile, lo salva da una prestazione poco convincente anche per lui).

ZAPATA 6: segnali di crescita, ancora diverse giocate utili per i compagni, non riesce mai a tirar in porta ed è forse questo il vero peccato. Benino.




Le pagelle di Lipsia-Atalanta

All.: Gasperini 7: alla fine la sua Atalanta in Europa torna a convincere ed esprimersi come sa. Non era facile ma questo risultato consente di potercela giocare la prossima settimana contro un avversario davvero di quelli tosti.  

Musso 7.5: determinante in almeno tre occasioni, superlativo in occasione del rigore. Può poco invece sul gol subito. 

Palomino 7: subito ammonito, non si scompone e disputa una gara di altissimo spessore 

Demiral 8: vero, l’episodio del penality lo vede protagonista, ma nel complesso mette sul piatto una prestazione stellare. 

De Roon 7: bene anche in un ruolo più arretrato del solito per necessità. 

Zappacosta 7: che sfortuna in occasione dell’azione che porta al pari finisce per mandar lui la palla in porta. Comunque molto buona la sua prova. 

Freuler 7: un infortunio nel finale tiene tutti col fiato sospeso dopo una prestazione davvero

Importante (Miranchuk 6: qualche piccolo lampo ma non cambia di molto l’andazzo)

Koopmeiners 7: dirige l’orchestra con maestria, sfiora anche un gol che avrebbe sicuramente meritato. 

Hateboer 6.5: spinta continua, precisione meno ma va bene così. 

Pessina 5.5: un paio di errori che potevano costare carissimo non gli evitano un voto sotto la sufficienza. (Scalvini 7: un po’ a sorpresa a centrocampo, sfiora il gol e gioca con grande personalità)

Pasalic 6.5: buona prova, che peccato per quel palo colpito a fine primo tempo (Boga 6.5: entra e da subito velocità e ritmo. Bene.)

Muriel 7: gol bellissimo a parte, pare finalmente in ripresa, ed è la notizia più importante (Zapata 6.5: rieccolo! Torna dopo l’infortunio, sembra già in ottima condizione anche se la forma migliore non c’è ancora e un po’ lo si nota).