Tempo di lettura: 2 minuti

MILANO, ORE 20.45

LUCI A SAN SIRO, MA LA DEA RESTA UN CANTIERE

Riecco la serie A, riecco l’Atalanta: il massimo campionato inizia con una settimana di anticipo rispetto al naturale avvio delle passate stagioni per consentire di terminare quanto in anticipo basti a consentir alla nazionale la preparazione in vista del probabile europeo da disputare nel 2016 in Francia. C’è da dire che la squadra di Reja si presenta ai nastri di partenza con diverse incognite, soprattutto in difesa e in mezzo al campo anche se, l’arrivo del difensore Toloi nei prossimi giorni potrebbe portare gli accorgimenti necessari ad un organico che oggi appare ancora un cantiere e che non si presenta certo all’altezza nella sfida di stasera contro l’Inter in quel di San Siro. La squadra di Mancini ha cambiato tanto nel corso dell’estate per cercar di colpare il gap con la Juventus, ad oggi ancora grande favorita per questa stagione ai nastri di partenza. L’unica certezza in casa atalantina è rappresentata dall’attacco con il Tanque Denis che per ora rimane, insieme a Pinilla, terminale offensivo dei nerazzurri con Gomez e Moralez che dovranno ispirare in chiave offensiva.

QUESTE LE PROBABILI FORMAZIONI:

INTER (4-3-1-2): 1 Handanovic; 21 Santon, 25 Miranda, 24 Murillo, 5 Juan Jesus; 27 Gnoukouri, 17 Medel, 7 Kondogbia; 77 Brozovic; 9 Icardi, 10 Jovetic. A disp. 30 Carrizo, 46 Berni, 23 Ranocchia, 56 Popa, 14 Montoya, 55 Nagatomo, 33 D’Ambrosio, 93 Dimarco, 13 Guarin, 88 Hernanes, 8 Palazio, 97 Manaj – All.: Mancini

ATALANTA (4-3-3): 57 Sportiello; 5 Masiello, 2 Stendardo, 33 Cherubin,93 Dramé; 27 Kurtic, 15 De Roon, 17 Carmona; 7 D’Alessandro, 19 Denis, 11 Maxi Moralez. A disp. 30 Bassi, 1 Radunovic, 77 Raimondi, 24 Conti, 6 Bellini, 28 Brivio, 8 Migliaccio, 88 Grassi, 20 Estigarribia, 4 Giorgi, 10 Gomez, 51 Pinilla, 45 Monachello, 9 Boakye – All.: Reja

image_pdfimage_print