Tempo di lettura: 4 minuti

Leggi anche l’articolo della redazione di Atalantini.com sul derby di Bergamo ed interagisci con i commenti dei tifosi nerazzurri del nostro sito partner

L'esultanza di Francesco Ruopolo: la sua doppietta regala il derby all'Atalanta

I nerazzurri piegano la squadra di Mondonico in rimonta dopo che i seriani si erano portati in vantaggio per primi con l’ex Sala poi, il pareggio di Ceravolo su rigore da il via alla rimonta atalantina nella ripresa con la doppietta di un altro ex, Francesco Ruopolo che permette alla squadra di Colantuono di restare in scia al Siena e recuperare due punti sul Novara capolista

Bergamo: Atalanta e AlbinoLeffe, due modi diversi di intendere calcio si affrontano al Comunale in quello che è il derby numero cinque nella storia di Bergamo in un campionato professionistico e con tante storie da raccontare da una parte e dall’altra: dalla sfida di Emiliano Mondonico alla sua Atalanta alla voglia dei nerazzurri di proseguire la scalata verso le zone altissime del torneo cadetto dopo la sofferta vittoria di Portogruaro nell’ultimo turno. I seriani cercano invece di proseguire il periodo più che positivo iniziato con la vittoria sull’Empoli e l’impresa recente a Reggio Calabria con un risultato positivo che, nel derby, non è mai arrivato per l’AlbinoLeffe sempre battuto nella stracittadina di Bergamo.

“Un abbraccio nel profondo del cuore”: si incomincia con la Curva atalantina vicina alla famiglia della ragazza scomparsa da giorni e le cui ricerche continuano da ormai due settimane. Soprese nelle due formazioni con Colantuono che relega alla panchina Tiribocchi dando fiducia a Ceravolo in avanti al fianco del grande ex Ruopolo mentre per Mondonico c’è Cocco come unica punta e Bombardini al rientro da tittolare per un AlbinoLeffe che non vuole fare la figura della comparsa.

Botta e risposta: la prima fiammata del derby arriva al quinto minuto con Ruopolo, bravo a calciare da posizione angolata e chiamare Tomasig alla deviazione in corner decisiva. Al decimo arriva la risposta dell’AlbinoLeffe con Bombardini che entra in area sulla sinistra eludendo Capelli e offre un pallone invitante che Foglio e Cocco svirgolano da posizione favorevole. L’Atalanta va poi a segno al ventesimo con Barreto ma il gol viene annullato: il paraguaiano ruba palla fallosamente a Previtali e calcia da fuori area infilando l’angolino alla sinistra di Tomasig, ma l’arbitro Nasca annulla il gol. Regolare è invece la rete che, a sorpresa, pora l’AlbinoLeffe in vantaggio poco dopo la mezz’ora quando sugli sviluppi di una punizione, la palla s’impenna dopo un tentativo di rinvio di Ruopolo e si trasforma in un assist per Sala, indisturbato in area, che fredda Consigli di collo sinistro e porta i seriani in vantaggio. L’Atalanta sfiora subito il pareggio con Carmona sulla cui bordata è bravissimo Tomasig a deviare nuovamente in calcio d’angolo e salvare i suoi mentre la nuova impennata di questo derby arriva al minuto quaranta quando i nerazzurri conquistano un calcio di rigore dopo una bella discesa di Padoin che crossa per Bonaventura che viene cinturato da Zenoni con Nasca che fischia il penalty: Ceravolo va sul dischetto e spiazza il portiere seriano riportando il match in parità. E’ comunque targato AlbinoLeffe l’ultimo brivido del primo tempo quando stavolta è Consigli ad essere decisivo nel neutralizzare la conclusione del giocatore seriano che si era facilmente liberato di Bellini all’interno dell’area nerazzurra.

Ciccio ex spietato: parte la ripresa e l’Atalanta decide che è ora di iniziare a spingere sul serio: al terzo è Ceravolo a mettere paura ai seriani, poi tocca a Ruopolo deviare di testa a lato una buona opportunità (avrà poi modo di rifarsi!). I seriani tornano a farsi vivi al quarto d’ora con una bella conclusione alta di Previtali che mette qualche brivido a Consigli. Col passare dei minuti l’Atalanta non riesce a far fruttare la pressione nei confronti di un AlbinoLeffe sempre più rintanato nella propria metà campo e la partita sembra non sbloccarsi dal parziale di parità: occorre una prodezza e tale è quella di Ruopolo al minuto ventisei quando su traversone rasoterra da destra, il liscio di Garlini agevola l’ex attaccante seriano che può segnare di destro una rete elementare. Esultanza contenuta dell’attaccante, che sotto la maglia atalantina ne nasconde un’altra riportante la scritta: “AlbinoLeffe nel mio cuore”. Ribaltato il punteggio, la squadra di Colantuono non si accontenta e cerca con più iniziativa il gol che metterebbe in ghiaccio il match ed è ancora Ciccio Ruopolo l’uomo del destino in casa nerazzurra: dieci minuti dopo il gol del vantaggio l’attaccante nerazzurro va a vincere fubescamente il duello con Bergamelli e, entrato in area, fredda Tomasig per la terza volta fissando il punteggio sul 3-1.  L’Atalanta mantiene così il dominio nella particolare stracittadina contro l’AlbinoLeffe vincendo il quinto derby su altrettanti disputati contro i seriani che, se non altro, hanno dimostrato di essere squadra viva ed in salute che ha creato non pochi grattacapi ad una Atalanta sulla carta strafavorita che mantiene il passo del Siena e rosica due punti alla capolista Novara e sabato prossimo, nell’ultima giornata prima della sosta natalizia, sarà in quel di Cittadella per cercare di rosicare altri punti alle avversarie e regalarsi un Natale ad alta quota

Get the Flash Player to see this player.

image_pdfimage_print