Tempo di lettura: 2 minuti

GOMEZ ULTIMO A MOLLARE, STENDARDO CHE SCIOCCHEZZA!

Si è detto di un match in cui sicuramente la differenza l’hanno fatta gli episodi, certamente l’errore di Pinilla sotto porta quando si era ancora sullo 0-0 ha pesato parecchio nell’economia del match, ma il banale disimpegno sbagliato da Stendardo che ha regalato a Maxi Lopez il pallone del raddoppio ha davvero dell’incredibile. Buone invece le prestazioni di Gomez (ultimo ad arrendersi) e Cigarini, autore del bellissimo gol che ha riaperto i giochi nel finale. Cambi poco fortunati per Reja, tanto Gakpè quanto Borriello non lasciano tracce significative…

LE PAGELLE

ALL.: REJA 5.5: vero, il Toro ha fatto davvero poco, ma oggi la sua Atalanta è riuscita davvero a farsi più che male da sola. Un vero peccato in un match ampiamente alla portata.

SPORTIELLO 6: praticamente inoperoso, subisce due gol in altrettanti tiri in porta… senza colpe.

MASIELLO 6.5: contiene bene le poche offensive del Toro senza sbavature.

STENDARDO 4.5: un vero suicidio quell’erroraccio che ha regalato al Toro il 2-0 ad inizio ripresa.

PALETTA 6: se la cava senza particolari sbavature.

DRAME’ 5: vero, il gol di Peres pare in leggero fuorigioco, ma lui dov’era?

CIGARINI 6.5: buona partita, condita con la splendida punizione che riaccende il finale di gara. Mancherà domenica contro la Roma, sarà difficile rimpiazzarlo.

DE ROON 5: condisce una prestazione opaca con una espulsione davvero sciocca rimediata nel finale per doppia ammonizione.

CONTI 5: rienta come titolare, ma non appare per nulla in condizione. Rimpiazzato ad inizio ripresa (D’ALESSANDRO 5.5: anche lui non al top, esce nel finale di match ma senza particolari acuti).

KURTIC 5.5: si da un gran da fare ma senza incidere in un ruolo a lui poco adatto (GAKPE’ 5: oggetto ancora oggi sconosciuto…).

GOMEZ 6.5: ultimo a mollare, riesce a metter più volte i granata in difficoltà. Rimpiazzato nel finale, con la Roma servirà, e parecchio! (BORRIELLO s.v.: niente, un quarto d’ora di nulla o poco più anche per lui).

PINILLA 5: quel gol sprecato in quella maniera grida vendetta. Il match è, di fatto, cambiato lì. Peccato.

image_pdfimage_print