Tempo di lettura: 2 minuti

ATTACCO SPUNTATO, MA CHE QUALITA’ IN MEZZO

La prova della Dea è sicuramente positiva contro la capolista Inter anche se non regala punti ai ragazzi del Gasp: però sono confortanti le prestazioni dei nerazzurri a livello difensivo con Romero e Djimsiti sugli scudi e con un centrocampo di qualità con Freuler davvero al top.

LE PAGELLE:

ALL.: GASPERINI 6.5: aveva incanalato la partita come voleva lui, peccato per quel gol che decide la partita e che gli rompe le uova nel paniere e con i cambi non riesce a ribaltare un match che diventa così segnato.

SPORTIELLO s.v.: è quasi incredibile ma, gol a parte, non deve compiere una parata in tutta la partita. Qualche intervento di ordinaria amministrazione ed in totale sicurezza e poco altro.

TOLOI 7: nel finale addirittura in versione centrocampista a spingere, encomiabile per il suo impegno e la sua grinta messa su ogni pallone giocabile.

ROMERO 7: qualche intervento un po’ al limite ma è il solito leone che concede davvero le briciole agli avversari. Decisivo ad evitare che Lukaku vada a segnare il raddoppio poco dopo il gol di Skriniar.

DJIMISITI 7.5: partitone anche per lui, nel primo tempo è monumentale con un intervento all’ultimo su Lukaku che ormai pareva essere a tu per tu con Sportiello (PALOMINO s.v.: dentro nel finale di gara).

MAEHLE 6.5: spinge con gran continuità nel primo tempo, un po’ meno nella ripresa dove cala un po’ di ritmo.

FREULER 7: uomo-ovunque anche oggi, disputa l’ennesima gran partita di questa sua stagione (PASALIC 6: entra e prova una conclusione al volo che finisce sul fondo).

DE ROON 6.5: ottima prova nel primo tempo, un po’ in calo invece nella ripresa.

GOSENS 6.5: bel duello con Hakimi in corsia, il problema è che, di fatto, finiscono entrambi per frenarsi.

PESSINA 6.5: oggi un po’ nascosto ma complessivamente più che sufficiente per quanto visto nell’ora di gioco che ha disputato (MIRANCHUK 5.5: non lascia grande segno della sua presenza in campo).

MALINOVSKYI 6.5: un discreto primo tempo che però non basta per tenerlo in campo dopo l’intervallo (ILICIC 5.5: pochi lampi oggi, qualche discreto pallone giocato, ma altrettanti persi un po’ ingenuamente).

ZAPATA 6.5: pericoloso e pimpante nel primo tempo dove solo la prodezza di Handanovic gli nega il gol, poi nella ripresa cala ed ha anche qualche problemino che lo costringe al cambio (MURIEL 6: una sola fiammata, quella in cui impegna Handanovic con i piedi sulla sua potente conclusione angolata).

image_pdfimage_print