Tempo di lettura: 3 minuti

TIM CUP: QUARTO TURNO ELIMINATORIO

UDINESE-ATALANTA 3-1: PRIMA GIOIA PER MONACHELLO MA NON BASTA

Termina contro l’Udinese l’avventura di Coppa dell’Atalanta che cede il passo ai friulani al termine di una gara in cui le seconde linee di Reja creano davvero molte occasioni da gol e pagano cara la praticità della squadra del grande ex Colantuono e la serata di grazia del loro bomber Di Natale, autore di una doppietta. Alla rete in avvio di Di Natale su rigore risponde Monachello in avvio di ripresa; poi Estigarribia fallisce la clamorosa occasione del sorpasso ed i padroni di casa scappano via con le reti di Perica e ancora Di Natale che chiude così i conti.

Udine: termina nella serata del Friuli il cammino di coppa Italia di un’Atalanta che esce dalla competizione nazionale al termine di una gara comunque generosa e contraddistinta dalle occasioni sciupate, nonostante l’ampio turnover attuato dal tecnico Reja.

COLANTUONO-ATALANTA, RITROVARSI: certo, anche per il tecnico dei friulani colantuono quella di stasera non poteva essere una partita come le altre, contro quel suo recente passato fatto di trionfi e successi spezzato con l’esonero della scorsa primavera e l’arrivo proprio di Edy Reja al suo posto.

RIGORE GENEROSO: solo quattro giri di orologio e l’arbitro concede un dubbio rigore per fallo di mano di Cigarini in area che Di Natale va a realizzare con freddezza dal dischetto portando avanti i suoi.

TROPPI SPRECHI:  ventesimo l’Atalanta prova a reagire con Monachello: sinistro da fuori, blocca Meret. Un minuto dopo, altro lavoro per il portiere friulano: Pasquale perde palla, D’Alessandro parte verso la porta ma gli chiude lo specchio. Poco dopo la mezz’ora i nerazzurri sono sbilanciati e l’Udinese riparte: Perica lancia Di Natale, che temporeggia un po’, Masiello prova a portarlo verso l’esterno, ma gli lascia lo spazio per caricare il destro a giro, a lato di poco. Due minuti dopo giovane Conti, esordio in nerazzurro dopo i prestiti a Perugia e Lanciano, si ritrova solo sul bordo dell’area piccola: controllo, tiro, ed errore incredibile, con palla altissima con annesso infortunio. La sua partita finisce li, al suo posto Raimondi.

PAREGGIO E SPRECHI:  tre minuti di ripresa, e l’Atalanta trova il meritato pareggio grazie alla discesa sulla sinistra di Brivio, cross basso, Monachello sbuca tra due difensori e batte a rete, infilando Meret. Il tempo di una manciata di minuti ed Estigarribia si trova sul piede il pallone del sorpasso che però trova la respinta tempestiva del portiere dell’Udinese che salva i suoi dal tracollo.

ALTI E… BASSI!: decisamente meno pronto Bassi in occasione del 2-1 dell’Udinese: perfetto il cross da trequarti di Alì Adnan, lo stacco di testa di Perica sul primo palo, ma l’uscita del vice-Sportiello finisce nella terra di nessuno, a metà strada tra la riga di porta e l’avversario. L’Atalanta a quel punto si trova a dover ricominciare tutto da capo e si rende pericolosa con la verve a destra di Marco D’Alessandro, a metà tempo Reja gli affianca Gomez, sulla fascia opposta, al posto del terzino Brivio.

DI NATALE CHIUDE I CONTI: ma poco dopo la mezz’ora, il secondo assist della serata di Adnan, vale la doppietta per Di Natale: l’iracheno porta a spasso il diretto marcatore e poi crossa con il destro, ed il bomber friulano colpisce in acrobazia, mandando fuori tempo Bassi, e la palla in rete a fil di palo mandando in archivo la partita e le speranze di qualificazione di un’Atalanta che esce dalla coppa con l’onore delle armi e dopo aver sprecato davvero troppo in fase realizzativa venendo punita sulle ripartenze dei bianconeri dell’ex Colantuono che si prende oggi la prima rinvincita. Testa ora al campionato, con l’obiettivo di mantenere l’attuale classifica e, perchè no, migliorarla ancora per continuare a far sognare i tifosi. Forza ragazzi!

IL TABELLINO:

UDINESE-ATALANTA 3-1 (primo tempo 1-0)

RETI: rig. Di Natale (U) al 4′ p.t.; Monachello (A) al 3′, Perica al 12′, Di Natale al 31′ s.t.

UDINESE (4-3-3): Meret; Piris, Domizzi, Pasquale (25’s.t. Danilo); Widmer, Fernandes, Pontisso (9’s.t. Evangelista), Marquinho, Alì Adnan; Perica, Di Natale (34’s.t. Aguirre). All. Colantuono

ATALANTA (4-3-3): Bassi; Conti (45′ p.t. Raimondi), Cherubin, Stendardo, Brivio (23’s.t. Gomez); Grassi, De Roon, Cigarini (34’s.t. Kurtic); D’Alessandro, Monachello, Estigarribia – All.: Reja

ARBITRO: Pinzani di Empoli

image_pdfimage_print