Tempo di lettura: 3 minuti
EUROPA LEAGUE: RITORNO PLAYOFF

OLYMPIACOS-ATALANTA 0-3: MAEHELE E DOPPIO MALI STENDONO I CAMPIONI DI GRECIA

Atene (Grecia): missione compiuta. L’Atalanta vola agli ottavi di finale di Europa League, dopo il 2-1 al Gewiss Stadium, supera al Pireo l’Olympiacos con i gol di Maehle nel primo tempo e la splendida doppietta di Malinovskyi nella ripresa come sigillo su un risultato apparso mai in discussione e che proietta i nerazzurri tra le migliori sedici d’Europa e domani scopriremo contro chi se la vedranno i nerazzurri il 10 ed il 17 marzo prossimo.

SUPERMARIO VERSIONE ATTACCANTE: privo dei suoi attaccanti titolari, il Gasp propone Pasalic in una inedita versione offensiva davanti assistito da Malinovskyi e Pessina pronti ad agire alle sue spalle mentre giocano più o meno tutti i big tra difesa e centrocampo con Maehele che vince il ballottaggio con Zappacosta sulla fascia. Nei greci giocano Soares e Onyekuru davanti con Martins che dietro si affida all’ex Napoli Manolas e l’ex Genoa Papastathopoulos.

DEA ATTENTA E IN CONTROLLO: bel colpo d’occhio allo stadio con circa ottocento tifosi bergamaschi giunti da Bergamo in mezzo a circa quindicimila caldi tifosi greci in un match che comincia e il primo squillo è nerazzurro con un rasoterra di Malinovskyi non impegnativo per Vaclik; la risposta greca è sui piedi di Mandy Camara che ci prova da lontano, tiro insidioso che finisce a lato di un soffio. La Dea comunque non si scompone e tiene il controllo del match e crea occasioni: al ventitre  Malinovskyi scarta mezza difesa al limite dell’area ma al momento del tiro viene sbilanciato con il portiere di casa che blocca senza problemi.

MAEHLE LA SBLOCCA D’ASTUZIA: la squadra del Gasp insiste mentre l’Olympiacos pare più attendista del previsto: alla mezz’ora Maehle servito sul filo del fuorigioco arriva a tu per tu con Vaclik e spara alto. Poi tocca a Pessina, lanciato a rete, liberarsi in area e invece di tirare serve in mezzo l’accorrente Hateboer che però viene anticipato a pochi metri dalla porta. Ma il gol nerazzurro è ormai maturo e arriva a cinque dalla fine: Maehle , sulla fascia perde il tempo ma il difensore è lento, il giocatore nerazzurro è lesto ad anticiparlo con la punta del piede e a sorprendere il portiere. 1-0 per l’Atalanta che va così a chiudere in vantaggio dopo uno di recupero la prima parte del match per la grande gioia dei tifosi nerazzurri giunti in Grecia. 

RIPRESA, GRECI ALL’ASSALTO: nessun cambio da parte del Gasp durante l’intervallo ed il match riprende così dopo il riposo con i padroni di casa che provano a spingere di più rispetto al primo tempo e la contromisure dalla panchina da parte del mister nerazzurro che al decimo inserisce Boga e Koopmeiners per Pasalic e Pessina. I greci ci provano a ridosso del ventesimo ma Masouras viene fermato dal fuorigioco e conclude comunque alto sopra la traversa.

MALI SCATENATO MANDA LA DEA SUL 3-0: a metà ripresa la Dea da una svolta decisiva al suo match andando a trovare il gol del raddoppio grazie ad una azione travolgente di Koopmeiners che poi serve Boga, l’ivoriano gli restituisce il pallone, assist per Malinovskyi che mette la palla sotto la traversa. Tempo altri due minuti e l’ucraino si ripete con la specialità della casa: servito al limite dell’area fa partire un siluro che non lascia scampo nuovamente a Vaclik: 3-0 per l’Atalanta!

SI VOLA AGLI OTTAVI!: va sul velluto ora la squadra del Gasp che può gestire un vantaggio-monstre sull’avversario e iniziare anche a pensare alla sfida di lunedì sera alla Samp: a otto dalla fine dentro Pezzella e Mihaila per Maehle e Malinovskyi per gli ultimi spezzoni di match che però non ha più nulla da dire ormai perchè la Dea in Grecia si sente davvero a casa; nel finale spazio anche per Cittadini nel primo dei tre di recupero concessi e poi spazio alla gioia dei quasi ottocento nerazzurri giunti ad Atene da Bergamo che possono festeggiare. La Dea vince 3-0 e stacca un meritatissimo pass per gli ottavi di finale di Europa League: una vittoria importante in un periodo davvero difficile per i ragazzi del Gasp che proseguono così la loro campagna d’Europa. Bravi tutti!

IL TABELLINO:

OLYMPIACOS-ATALANTA 0-3 (primo tempo 0-1)

RETI: 40′ pt Maehle (A), 21′ st Malinovskyi (A), 24′ st Malinovskyi  (A)

OLYMPIACOS (3-4-2-1): Vaclik; Papastathopoulos, Manolas, Cisse (1′ st Masouras); Lala (22′ st El-Arabi), M. Camara, M’Vila (22′ st Vrousai), Reabciuk; A. Camara, Onyekuru (15′ st Valbuena); Soares (29′ st Fadiga) – A disposizione: Tzolakis, Bouchalakis, Kunde,, Ba, Papadopoulos, Kitsos, Rodrigues- Allenatore: Martins.

ATALANTA (3-4-2-1): Musso; Toloi, Demiral (40′ st Cittadini), Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Maehle (39′ st Pezzella); Pessina (12′ st Koopmeiners), Malinovskyi (39′ st Mihaila); Pasalic (12′ st Boga) – A disposizione: Rossi, Sportiello, Scalvini, Zappacosta – Allenatore: Gasperini

ARBITRO: Cerro Grande (Spagna)

NOTE: gara di andata: Atalanta-Olympiacos 2-1 – ammoniti: Cisse, M’Vila, Camara(O); Toloi (A) – recupero: 1′ pt, 3′ st.

image_pdfimage_print