Tempo di lettura: 2 minuti

Terza sconfitta consecutiva per la squadra di Fortunato che cade a Pescara contro la squadra di Zeman che si scatena nel primo tempo segnando ben quattro gol; nella ripresa i padroni di casa vanno ancora a segno, poi la rimonta seriana si ferma a tre gol con le marcature di Cristiano, Cocco su rigore e Girasole che rendono meno amaro il pomeriggio seriano nonostante una sconfitta che, ancora una volta, evidenzia le lacune difensive della squadra di Fortunato.

Uno sconsolato Daniele Fortunato osserva l'AlbinoLeffe a Pescara

Pescara: era stata presentata come partita da pallottoliere e così è stato. Il Pescara di Zeman ha superato in casa per 5-3 l’AlbinoLeffe che ha avuto una reazione soltanto sul 5-0, per cui si tratta di una sconfitta, la terza consecutiva, senza attenuanti.

Mister Fortunato alla vigilia aveva sottolineato come le sfide contro le squadre di Zeman non si possano considerare concluse nemmeno sul risultato di 3-0. Non immaginava che il suo AlbinoLeffe sarebbe finito addirittura sotto di cinque reti prima di tentare una rimonta che si è rivelata impossibile.

Per inquadrare il match è sufficiente dire che nel primo tempo il Pescara ha creato sette limpide palle-gol e ne ha trasformate quattro, l’AlbinoLeffe ne ha costruite tre senza concretizzarne nessuna. Nella ripresa, alla prima chance il team abruzzese ha centrato la cinquina e per i seriani è stata notte fonda.

Naturalmente sotto accusa la difesa, l’AlbinoLeffe è diventata la squadra più perforata della serie B con 17 gol al passivo in 7 giornate (primato negativo condiviso con l’Empoli), ma anche l’azione dei centrocampisti in fase di filtro è stata praticamente inesistente. E dire che le caratteristiche del gioco del Pescara erano ben note.

A rendere meno amara la batosta sono state le reti di Cristiano (l’unico a essersi meritato la sufficienza piena) al 23′ st, di Cocco su rigore al 38′ st e di Girasole al 42′, ma la realtà è quella di una squadra che ha accusato la terza battuta d’arresto di fila e deve necessariamente acquisire maggiore solidità per navigare nelle acque tranquille del centroclassifica.

IL TABELLINO

PESCARA-ALBINOLEFFE 5-3

RETI: 7′ aut. Previtali, 27′ pt Sansovini, 43′ pt Insigne, 44′ pt Gessa, 5′ st Immobile, 23′ st Cristiano, 38′ st rig. Cocco, 42′ st Girasole

PESCARA (4-3-3): Anania (1′ st Pinsoglio); Zanon, Bacchetti, Brosco, Petterini (24′ pt Balzano); Gessa, Togni, Cascione; Sansovini (20′ st Soddimo), Immobile, Insigne – In panchina: Nicco, Kone, Giacomelli, Maniero – All.: Zeman

ALBINOLEFFE (4-3-2-1): Offredi; D’Aiello, Piccinni, Bergamelli (32′ st Daffara), Regonesi; Laner, Previtali, Hetemaj (1′ st Foglio); Cisse (11′ st Cristiano), Girasole; Cocco – In panchina: Chimini, Malomo, Pacilli, Torri – All.: Fortunato

Arbitro: Baratta di Salerno (Bernardoni, Ranghetti; IV De Benedictis)

Note: spettatori 8.500 circa – ammoniti Hetemaj, Gessa, D’Aiello, Insigne, Cristiano, Togni e Bergamelli – angoli 9-3 per l’AlbinoLeffe – recupero 2′ e 3′

image_pdfimage_print