Tempo di lettura: 4 minuti

Spettacolare serata quella di Bergamo ieri sera: i nerazzurri sfilano per le vie centrali della città a bordo di un pullman scoperto ed in mezzo ad una vera e propria invasione atalantina che festeggia i loro beniamini in una cornice straordinaria di pubblico, cori e gioia. La squadra ha poi sfilato su un gigantesco palco ed in conclusione il presidente Percassi ha salutato tutti i tifosi presenti ringraziandoli per la splendida stagione e per l’incessante sostegno garantito sempre anche nei momenti più difficili della straordinaria cavalcata orobica verso la serie A.

Il pullman scoperto dei nerazzurri attraversa la città immerso in un bagno di folla straordinario

Bergamo: lo stesso pomeriggio coincidente con la matematica promozione in serie A il presidente Antonio Percassi aveva richiesto che 100mila persone si riversassero in piazza a Bergamo la sera del 21 maggio per rendere il meritato tributo ai loro beniamini. Beh, non saranno state centomila, magari anche “solo” quaranta-cinquantamila, ma l’adesione alla serata magica di ordinaria follia atalantina voluta dal presidente nerazzurro ha riscosso decisamente il tutto esaurito per le vie di Bergamo. Centinaia di migliaia di persone hanno colorato di nerazzurro le vie della città ed atteso con ansia le ore 21, magic moment in cui il pullman scoperto con a bordo Doni e compagnia è sbucato dal megapalco allestito in occasione della serata ed ha attraversato una autentica marea nerazzurra con i tifosi che impazzivano di gioia al passaggio dei loro beniamini.

Prima allo stadio…: la festa è scattata subito dopo il fischio finale del match tra Atalanta e Cittadella: come concordato, nessuna invasione di campo. I giocatori, ognuno con i propri figli, hanno festeggiato il ritorno in serie A congedandosi dal pubblico dello stadio con il consueto giro di campo tra gli applausi dei loro sostenitori.

Poi in città: usciti dallo stadio, i tifosi si sono riversati verso piazza Matteotti, l’ombelico della festa. Uno sciame nerazzurro tra bandiere, clacson e tanta felicità si riversa per la città ed alle 17,30 il via alla diffusione della musica con spettacoli degli artisti del circo di Ambra Orfei, dislocati lungo viale Papa Giovanni XXIII. La zona di Porta Nuova e del Sentierone è animata dalle iniziative del Villaggio nerazzurro.

Esce dal palco il pullman con a bordo i giocatori dell'Atalanta: inizia la festA!!!

Ore 21, il delirio: con il trascorrere delle ore le vie della città si sono riempite, sino a pochi minuti prima delle 21 quando la squadra è partita da piazza Matteotti sul pullman scoperto e ha sfilanto lentamente, quasi bloccato dai tifosi in delirio per le vie della città seguendo il percorso da piazza Matteotti a viale Papa Giovanni XXIII fino ad arrivare a piazza Marconi, il piazzale della stazione ferroviaria, e il rientro in piazza Matteotti, davanti al Comune.
Lungo tutto il percorso sono state collocate le gigantografie dei giocatori, che hanno fatto da coreografia al passaggio del pullman scoperto. Il viaggio dei sogni dei nerazzurri ha proseguito lungo le vie sino poco dopo le 22 quando Doni e compagni sono scesi dal pullman in via Tiraboschi arrivando a piedi in piazza Matteotti, scortati dai tiifosi.
Lo spettacolo è continuato poi sul palco sostenuto dall’aiuto di due maxischermi nelle zone adiacenti: sono stati chiamati uno ad uno tutti i protagonisti di questa stagione, in una presentazione all’americana con sullo sfondo una gigantesca serie A che si illuminava all’uscita di ogni nerazzurro. Tutti hanno indossato le magliette celebrative della promozione ed hanno intonano canti e cori di ogni genere con il tifo alle stelle per Bonaventura, Consigli, Bellini, Tiribocchi e Doni.

Il ringraziamento del Presidente: è toccato ad Antonio Percassi il saluto di chiusura ai tifosi, con il suo intervento sul palco letteralmente sommerso da cori e applausi: “Qui in questa piazza c’è un cuore nerazzurro che batte forte, scorre sangue nerazzurro. Siamo stati 100 mila e la prossima volta saremo 200 mila” chiudendo con un simpatico nuovo motto per la prossima stagione che, tradotto dal bergamasco, significa “Non dobbiamo più tornare indietro”… ed è difficile dargli torto!

I giocatori nerazzurri sul pullman in autentico delirio con i propri tifosi
Il bagno di folla incredibile che attendeva i nerazzurri
Il pullman nerazzurro attraversa la città

image_pdfimage_print