Tempo di lettura: 3 minuti

Impossibile trovare una definizione alla prestazione dei nerazzurri, passati dall’incubo al sogno in pochissimi minuti; strepitoso Denis, la difesa è tenuta a galla da Stendardo, impeccabile la regia a centrocampo di Carmona e le invenzioni di Jack Bonaventura e Livaja. Regista dell’impresa mister Colantuono.

IL TABELLINO:

INTER-ATALANTA 3-4 (primo tempo 1-0)

RETI: 43′ pt Rocchi, 11′ st Bonaventura, 12′ st e 16′ st Alvarez, 20′ st rig., 26′ st e 32′ st Denis

INTER (3-5-2): Handanovic; Ranocchia, Samuel, Juan Jesus; Zanetti, Guarin, Kovacic, Cambiasso (37′ st Schelotto), Pereira; Rocchi, Cassano (32′ pt Alvarez) –  In panchina: Carrizo, Belec, Silvestre, Pasa, Nagatomo, Kuzmanovic, Benassi, Forte, Colombi – All.: Stramaccioni

ATALANTA (3-5-1-1): Polito; Scaloni, Stendardo, Canini; Raimondi, Biondini, Cigarini, Carmona (9′ st Livaja), Del Grosso (29′ st Brivio); Bonaventura; Denis (38′ st Cazzola) – In panchina Frezzolini, Contini, Ferri, Radovanovic, Giorgi, Troisi, Brienza, De Luca, Parra – All.: Colantuono

Arbitro: Gervasoni di Mantova

Note: gara di andata: Atalanta-Inter 3-2 – spettatori 40 mila circa – espulso: Raimondi al 46′ st. – ammoniti: Kovacic, Samuel, Scaloni e Biondini – Calci d’angolo: 10-3 per l’Inter – recuperi: 1′ p.t. e 4′ s.t.

LE PAGELLE:

ALL.: COLANTUONO 9: un primo tempo così così, con la squadra troppo sulle sue, nella ripresa esce il carattere, il rigore da una mano ma la fortuna bisogna sapersela cercare. Grandissimo!

POLITO 5: responsabilità pesanti sul gol del 2-1 con Canini, mentre non copre bene il palo in occasione del terzo gol di Halverez.

SCALONI 5.5: tentenna un poco, fortunatamente non sbanda del tutto.

STENDARDO 6.5: eroico la in mezzo in una difesa balbettante.

CANINI 5: la combina davvero grossa, incredibile pensare che, nel complesso, non ha influito sul risultato finale.

RAIMONDI 6.5: espulso nel finale dopo una gara positiva, paga l’altissima tensione nel finale, soprattutto con l’ex Schelotto piuttosto inviperito. Promosso.

BIONDINI 6.5: fa legna la in mezzo, dando una grande mano ai suoi. Guerriero!

CIGARINI 6.5: cresce alla distanza, dopo un primo tempo in sordina, decisamente meglio nella seconda frazione.

CARMONA 6.5: diesel anche per lui, opaco nel primo tempo, sugli scudi in quel fantastico secondo tempo.

DEL GROSSO 6.5: anche lui tiene bene fino a quando non deve lasciar il posto a Brivio. Bene.

BONAVENTURA 7: primo tempo in sordina, ma quando serve lui arriva e la piazza per il punto dell’1-1 e ci mette del suo anche in occasione del gol che ribalta il match. Grande!

DENIS 10: il capolavoro. Gol, gol e ancora gol. Cinque gol in due partite all’Inter, guida i ragazzi ad una rimonta straodinaria con una tripletta che, nella storia del club, nessuno aveva mai segnato in campionato a San Siro. Criticato a volte ma tanto amato da tutti noi, un carroarmato di simpatia, umanità e qualità, semplicemente El Tanque!! Sontuoso!

SOSTITUZIONI:

LIVAJA 7: il suo ingresso cambia l’andazzo del match con l’assist a Bonaventura per l’1-1 e per guadagnare quel rigore “generoso” che riporta in corsa l’Atalanta. Bene!

BRIVIO 6: nella mischia nell’ultima parte di gara, non sbaglia molto. Benino.

CAZZOLA s.v.: entra nel finale. Si gode la festa coi compagni.

image_pdfimage_print