1

Fuochi d’artificio nella ripresa: la Fiorentina se la ride, l’Atalanta va sempre più giù.

SERIE A, VENTISEIESIMA GIORNATA

ATALANTA-FIORENTINA 2-3: LA VIOLA SCAPPA, L’ATALANTA AFFONDA

Prosegue il digiuno di vittorie per l’Atalanta di Reja, che viene sconfitta al Comunale dalla Fiorentina al termine di un match che, dopo un primo tempo equilibrato, regala ben cinque negli ultimi venticinque minuti: la squadra ospite passa nel momento migliore dei nerazzurri segnando con Fernandez, poi raddoppia con Tello prima della mezz’ora. A quel punto l’Atalanta si scuote e accorcia tre minuti dopo con Conti (espulso nel finale), ma l’eccessivo sbilanciamento tattico dei nerazzurri favorisce i giocatori viola che segnano tre minuti dopo con Kalinic. Al novantesimo il gol di Pinilla riapre nuovamente il match ma ormai rimangono solo tre minuti di recupero che non diranno più nulla. Undici gare senza vittoria, in cui si sono conquistati la miseria di cinque punti: c’è da riflettere e preoccuparsi.

Bergamo: dop dieci turni senza vittoria, con cinque punti conquistati frutto di altrettanti pareggi l’Atalanta prosegue la sua rincorsa verso la vittoria attendendo al Comunale la Fiorentina, terza forza del torneo: un osso decisamente duro per i ragazzi di Reja che vogliono assolutamente cercare di tenersi il più lontano possibile dalle zone pericolose della classifica, sperando di tornare ad esaltarsi contro le grandi del nostro torneo come già accaduto nella prima parte del campionato contro un avversario che invece cerca di consolidare quel terzo posto consolidato la scorsa settimana con il successo sull’Inter.

DIAMANTI OUT, C’E’ D’ALESSANDRO: non ce la fa Diamanti che parte inzialmente dalla panchina, nel tridente di mister Reja c’è D’Alessandro con Gomez e Pinilla, Kurtic in mezzo al campo con Cigarini che torna in cambina di regia mentre dietro confermati Toloi e Masiello al centro della difesa; negli ospiti Babacar guida l’attacco con alle sue spalle Fernandez con Tello e Bernardeschi esterni; in mediana Vecino e Badelj, Pasqual terzino sinistro.

PORTIERI SUGLI SCUDI: match che prende il via ed i due portieri sono subito protagonisti: prima Sportiello al nono è bravissimo ad opporsi ad una punizione di Pasqual ma, sul capovolgimento di fronte, arriva un bel pallone spiovente di Kurtic in area per Dramè che ci prova di testa e Tatarusanu è altrettanto bravo a deviar la sfera in corner. Partita vivace, a tratti forse un po’ troppo nervosa (ne sono testimonianza le due ammonizioni rimediate in pochissimi minuti da Pinilla e Dramè) ma con le due contendenti che non rinunciano a giocarsela a viso aperto.

GARA GRADEVOLE: a due dalla mezz’ora D’Alessandro prende e va saltando un paio di avversari ed entrando in area mettendo un pallone rasoterra per l’accorrente Gomez che conclude nel momento dell’intervento di un difensore e la sfera finisce a lato. Prima parte di gara che si mantiene su ritmi gradevoli per un primo tempo che però va in archivio dopo due minuti di recupero con le due squadre inchiodate sullo 0-0.

CIGA CI PROVA…: con qualche minuto di ritardo la ripresa prende il via ed al quinto minuto una azione avvolgente della squadra di Reja porta la palla al limite dell’area a Cigarini che conclude ma troppo debolmente tra le braccia del portiere. La Fiorentina risponde al decimo con una azione conclusa con il tentativo di Badel da fuori che vien parato agevolmente da Sportiello. Al quarto d’ora mister Reja cambia inserendo Diamanti al posto di Gomez acciaccato nonostante fosse D’Alessandro l’indiziato ad uscire.

…FERNANDEZ SEGNA: il momento pare propizio all’Atalanta che stringe la Fiorentina nella propria metà campo con i Viola che paiono in difficolta ma, non appena messo fuori il muso dalla propria area sbloccano il match grazie ad un bel colpo di testa in area di Mati Fernandez che manda la sfera nell’angolino dove Sportiello non riesce ad arrivare.

TELLO FA IL BIS: incassato il gol dello svantaggio, Reja si gioca anche la carta-Gapke al posto di D’Alessandro per cercar di sorprendere i viola in velocità anche se i nerazzurri paiono piuttosto scossi dopo il gol incassato, facendo fatica ad impostare iniziative degne di nota. Con l’ingresso di Borriello ad un quarto d’ora dalla fine per Kurtic mister Reja porta la sua Atalanta su un offensivo 4-2-4 ma l’esperimento dura il tempo di un soffio con la Fiorentina che lancia Tello in contropiede a tu per tu con Sportiello e mette a segno il facile raddoppio per la squadra viola.

CONTI ACCORCIA, KALINIC ALLUNGA: l’Atalanta reagisce subito al gol subito e, tre minuti più tardi, accorcia le distanze con Conti, abile in occasione di un corner a girar in rete il pallone capitato sui suoi piedi. L’eccessivo sbilanciamento della squadra di Reja concede però spazi fatali ad una Fiorentina che va così a colpire nuovamente dopo altri tre minuti con il neo entrato Kalinic con un perfetto diagonale che pare spegnere così i sogni di rimonta atalantini.

PINILLA, INUTILE ILLUSIONE: gara chiusa? No, almeno quando al novantesimo Pinilla si trova un preciso pallone tra i piedi che tramuta nel diagonale che riaccende le speranze quando mancano però solamente i tre minuti di recupero concessi dal direttore di gara al termine del match. Alla Fiorentina basta mantener il controllo della sfera per non rischiare praticamente più nulla, l’Atalanta, di contro, colleziona l’ennesima espulsione della stagione con Conti, che rimedia il secondo giallo a mezzo minuto dal fischio finale che allunga l’agonia dei nerazzurri, giunti all’undicesima gara senza vittoria. Non penso occorra aggiungere altro…

IL TABELLINO

ATALANTA-FIORENTINA 2-3 (primo tempo 0-0)

RETI: 22’ st Fernandez, 36’ st Tello, 39’ st Tello, 42’ st Kalinic, 46’ st Pinilla

ATALANTA (4-3-3): Sportiello; Conti, Toloi, Masiello, Dramè; Cigarini, De Roon, Kurtic (35’ st Borriello); D’Alessandro (24’ st Gakpé), Pinilla, Gomez (15’ st Diamanti) – In panchina: Bassi, Paletta, Bellini,Freuler, Stendardo, Raimondi, Brivio, Migliaccio, Monachello – All.: Reja

FIORENTINA (4-3-3): Tatarusanu; Roncaglia, Rodriguez, Astori, Pasqual; Vecino, Badelj, Fernandez; Bernardeschi (21’ st Borja Valero), Babacar (15’ st Kalinic), Tello (39’ st Tomovic) – In panchina: Lezzerini, Tomovic, 6Costa, Kone, Blaszczykowski, Ilicic, Borja Valero – All.: Sousa

ARBITRO: Celi di Bari

NOTE: gara di andata: Fiorentina-Atalanta 3-0 – spettatori: 16mila circa – recuperi: 2′ p.t. e 3′ s.t.