Tempo di lettura: 3 minuti
Primo gol con la maglia atalantina per Matteo Ardemagni

I nerazzurri, sotto un vero e proprio diluvio ferragostano, superano il Foligno per 3-1 ma quanta fatica quando nella ripresa gli ospiti, complice un erroraccio difensivo, trovano il pareggio all’iniziale rete di Padoin nel primo tempo – Toccherà a Capelli (gran gol di tacco per lui) ed Ardemagni mettere a posto le cose e consentire l’accesso al turno successivo di Coppa Italia dove l’Atalanta se la vedrà con la vincente tra Livorno e Cremonese

Ardemagni festeggiato dopo il gol del 3-1

Bergamo: le vacanze sono finite, ed è tempo di fare sul serio per la nuova Atalanta targata Colantuono. Ad una settimana e poco più dall’esordio in campionato con il Vicenza tiene banco la Coppa Italia ed il Foligno, squadra di prima divisione, ospite al Comunale in una serata di stampo più autunnale che da vigilia di Ferragosto. Sotto un autentico nubifragio per la bellezza di novanta minuti, i ventidue in campo si daranno battaglia per la conquista del turno successivo della Tim Cup: ne esce una partita gradevole con qualche brivido di troppo per i nerazzurri, ancora piuttosto imprecisi in fase difensiva dove alcuni meccanismi più elementari vengono meno, se ne prenda chiaro esempio dal gol dell’1-1 subito nella ripresa e che rischiava di compromettere davvero tutto quanto: retropassaggio sbagliato di Bellini a Consigli, che tenta di uscire di piede al limite, ma il rinvio è corto. Ne approfitta Sciaudone per gli ospiti e mette in rete a porta vuota il punto che pareggiava l’iniziale vantaggio giunto dopo tanta sterile pressione alla mezz’ora del primo tempo quando Bonaventura mette in mezzo per Tiribocchi, che fa velo ad Ardemagni: tiro respinto da Rossini con la palla che finisce sui piedi di Padoin che mette in rete.

Padoin insacca il gol dell'1-0

I fantasmi che iniziavano a veleggiare tra gli spalti del Comunale vengono, fortunatamente, subito fugati nel giro di tre minuti dai nerazzurri che dimostrano un’ottima reazione al gol subito: sono le firme di Capelli ed dare ossigeno e tranquillità alla banda di Colantuono. Bellissima la rete di tacco al minuto diciannove della ripresa del difensore nerazzurro che sfrutta al meglio una splendida punizione di Pettinari (gran partita la sua) pescando il jolly col tacco e mandando in rete il gran gol che riporta avanti l’Atalanta. Due minuti più tardi è un pasticcio, questa volta della difesa umbra, a spianare la strada ad Ardemagni che, una volta presentatosi in area, non ha problemi a mettere a segno il suo primo gol in una gara ufficiale con la maglia atalantina. questo punto la pressione del Foligno si allenta e l’Atalanta potrebbe fare un bottino anche più rotondo. Al 39′ tocco in area di Tiribocchi, che sfiora il 4-1 da distanza ravvicinata, bravo Rossini a deviare. E al 46′ è sempre Tirobocchi a colpire la traversa. Quanto basta a certificare il meritato passaggio del turno di un’Atalanta che continua nella sua preparazione verso l’esordio ufficiale in campionato di venerdì prossimo contro il Vicenza a Bergamo. Un plauso al Foligno che ha comunque disputato una partita dignitosa e viene eliminato dalla competizione al simpatico grido di sfottò partito dagli spalti “Siete come il Perugia”: il calcio, si sa, è anche ironia a volte anche se da venerdì ci sarà spazio solo per le dure fatiche di un campionato di serie B che va preso tutt’altro che con ironia.

______________________________________________________________________

IL TABELLINO:

ATALANTA–FOLIGNO 3-1 (primo tempo: 1-0)

RETI: nel pt 35’ Padoin (A); nel st 15’ Sciaudone (F), 19’ Capelli (A), 21’ Ardemagni (A).

ATALANTA: Consigli, Bellini, Capelli, Manfredini, Peluso, Bonaventura (21’ st Ceravolo), Basha (13’ st Radovanovic), Padoin, Pettinari, Ardemagni, (32’ st Ruopolo sv), Tiribocchi – A disposizione: Frezzolini, Troest, Raimondi, Amoruso – Allenatore: Colantuono

FOLIGNO: Rossini, Gregori, Merli, Bassoli, Severini, Coresi (15’ st Fondi 6), Papa (42’ st Civilleri), Sciaudone 7, Giacomelli (35’ st Gallozzi), Falcinelli, Cavagna – A disposizione: Zandrini, Fiorucci, Fedeli, Tomassini – Allenatore: Matrecano

ARBITRO: Massa di Imperia

NOTE: pioggia battente per l’intera partita – spettatori: 3mila circa

image_pdfimage_print