1

Brividi d’alta quota: l’Atalanta cala il tris al Palermo e vola sempre più su!

SERIE A, QUINDICESIMA GIORNATA

ATALANTA-PALERMO 3-0: DENIS, CHERUBIN, MA CHE GOL DE ROON!

Seconda vittoria consecutiva per gli uomini di Reja che si sbarazzano anche del Palermo con un secco 3-0 maturato con una partita ben giocata dai nerazzurri: nel primo tempo la sblocca Denis dopo un quarto d’ora, poi raddoppia Cherubin. Ripresa con gli ospiti che spingono con maggior insistenza collezionando un paio di buone occasioni, poi Migliaccio entra e rimedia una espulsione a tempo di record ma, nonostante l’uomo in meno, i nerazzurri trovano la rete che chiude i conti ed è un gran gol firmato da De Roon che fa andare in delirio il Comunale. L’Atalanta sale così a quota ventiquattro punti in classifica, appena dietro le grandi del campionato.

Bergamo: una settimana trascorsa tra la gioia irrefrenabile per l’incredibile successo sulla Roma all’Olimpico di domenica e l’addio alla coppa Italia per mano di Di Natale in un match in cui si è sprecato praticamente l’impossibile ed il campionato è di nuovo qua: l’Atalanta attende tra le mura amiche il Palermo cercando di regalare un’altra gioia ai propri tifosi e, soprattutto, continuare a restare la in alto in classifica per continuare a sognare ancora un po’.

TANTE ASSENZE: certo mister Reja ha i suoi bei grattacapi viste le assenze di Pinilla (ne avrà almeno fin dopo Natale) in attacco e degli squalificati Stendardo e Grassi : largo così a Denis in avanti con Moralez e Gomez con Kurtic in mezzo ed in difesa Cherubin titolare e Brivio in fascia che trova conferma. Nel Palermo, dopo la sconfitta in coppa contro l’Alessandria (squadra di Lega Pro) diversi giocatori vengono messi fuori rosa dalla società; per quel che riguarda invece la formazione, Anđelković presidierà la corsia destra mentre Trajkovski affiancherà l’eterno Gilardino in attacco.

SUBITO UNA OCCASIONISSIMA: avvio di gara con gli ospiti che fanno girare meglio la palla ma è l’Atalanta al nono a sfiorare il vantaggio in occasione di un calcio d’angolo sui cui sviluppi c’è la testata di Denis con il portiere Sorrentino che si supera e nega al Tanque nerazzurro la gioia del gol.

LA SBLOCCA IL TANQUE: il gol mancato di un soffio non demoralizza per nulla il Tanque nerazzurro che al minuto diciassette sblocca la gara al termine di una bella azione che inizia con il passaggio col contagiri di De Roon in area a smarcare completamente proprio Denis che deve solo metter dentro il pallone che porta l’Atalanta sull’1-0.

TANTE EMOZIONI: il vantaggio acquisito non placa per nulla la squadra di Reja che vuol andar subito a caccia del raddoppio che non arriva per un niente al ventesimo quando combinano benissimo Denis e Moralez con il primo ad offrire un bellissimo pallone per il secondo che però in area angola troppo e grazia Sorrentino. Sul capovolgimento di fronte gli ospiti vanno a loro volta vicini al pareggio con una bella iniziativa di Chocev che, entrato in area, trova la grande opposizione di Sportiello sulla conclusione che pareva destinata in fondo al sacco.

TESTA D’ORO CHERUBIN: la squadra di Reja è però nuovamente letale a sei minuti dalla mezz’ora quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo la difesa del Palermo si dimentica completamente di Cherubin che colpisce liberamente di testa e mette dentro il gol del raddoppio dell’Atalanta.

OCCASIONI FINALI: partita che rimane davvero bella e gradevole con il Palermo che non molla e quando avanza prova a rendersi pericoloso e l’Atalanta che quando riparte da sempre l’idea di poter fare male. A due minuti dall’intervallo il Palermo guadagna una punizione insidiosa al limite dell’area con Chocev che tenta la realizzazione ma Sportiello è attento e blocca la minaccia. Finale di prima frazione che si chiude con un bel numero di Gomez che mette in area per Moralez che manda sull’esterno della rete ed un primo tempo che si chiude dopo un minuto di recupero con i nerazzurri avanti di due gol.

RIPRESA, IL PALERMO SPINGE: la ripresa inizia con i medesimi ventidue che hanno chiuso la prima parte di gara e gli ospiti che spingono da subito nel tentativo di riaprire il match collezionando un paio di discrete opportunità: la prima con Lazaar dalla distanza con il pallone che sfila sul fondo, poi ancora con Chocev di testa che vede la sfera uscire di non molto sopra la traversa. Altra grande occasione per la squadra di Ballardini al diciottesimo con Gilardino che scatta sul filo del fuorigioco, salta Sportiello ma trova il salvataggio di testa di Cherubin che devia in corner.

MIGLIACCIO, ROSSO-RECORD: l’Atalanta stringe i denti e mister Reja opta per il primo cambio al minuto ventisette con D’Alessandro che da fiato ad un applauditissimo Gomez prendendone il posto e, quattro minuti dopo, inserendo anche Migliaccio al posto di Kurtic. E proprio l’ex giocatore del Palermo rimedia una espulsione a tempo di record per un fallo a centrocampo con il piede a martello all’altezza della testa di Chochev con il direttore di gara che, senza esitare, regala la doccia anticipata al neo entrato in campo.

DE ROON, IL TRIS E’ UNA MAGIA: paradossi del mondo pallonaro, un’Atalanta che aveva spesso subito l’iniziativa degli ospiti nella ripresa, una volta sotto di un uomo trova la forza di piazzare l’affondo che chiude definitivamente i conti ad una decina di minuti dal termine grazie al cross dalla destra di D’Alessandro, sporcato da un difensore con la sfera che giunge a De Roon che calcia di prima intenzione un sinistro all’angolino basso imparabile per Sorrentino che fa saltare di gioia il Comunale per un’Atalanta che mette un definitivo sigillo al match.

DEA DA VERTIGINI: e quello che rischiava di essere un finale piuttosto movimentato si trasforma in una spettacolare festa che accompagna Denis e compagni fino al triplice fischio finale del direttore di gara che giunge dopo quattro minuti di recupero in cui c’è il tempo di vedere il quarto gol firmato da Denis ma annullato dal direttore di gara per fuorigioco ed il tentativo negli ultimi secondi di Lazaar di centrare il gol della bandiera per gli ospiti neutralizzato da Sportiello. Può bastare così per un’Atalanta che vince la sua seconda gara di fila, sale a quota ventiquattro punti e continua a sognare… non svegliateci più!!!

IL TABELLINO

ATALANTA-PALERMO 3-0 (primo tempo 2-0)

RETI: nel pt 18’ Denis, 26’ Cherubin; nel st, 35’ De Roon.

ATALANTA (4-3-3): Sportiello, Raimondi, Paletta, Cherubin, Brivio, Cigarini, De Roon, Kurtic (31’ st Migliaccio), Moralez (38’ st Estigarribia), Denis, Gomez (28’ st D’Alessandro) – A disposizione: Radunovic, Bassi, Masiello, Estigarrbia, Suagher, Monachello, Ranieri, Gasperini – All.: Reja

PALERMO (4-3-2-1): Sorrentino, Andelkovic (7’ st Morganella), Goldaniga, Gonzalez, Lazaar; Hiljemark (10’ st Quaison), Jajalo (19’ st Pezzella), Chochev; Brugman, Trajkovski; Gilardino – A disposizione: Alastra, Colombi, Rispoli, Bolzoni, Cassini, Pirrello, La Gumina, Ferchichi, Djurdjevic – All.: Ballardini

ARBITRO: Russo di Nola

NOTE: spettatori: 17mila circa – ammoniti: Kurtic per comportamento non regolamentare; Andelkovic, Jajalo, Gonzalez per gioco scorretto – espulsi: Migliaccio 31’ st per gioco scorretto – recuperi: 1′ e 4′