Tempo di lettura: 2 minuti

Simone Tiribocchi: il Tir apre le marcature in chiusura di primo tempo

IL TABELLINO:

ATALANTA-CROTONE 2-0 (primo tempo 1-0)

RETI: 35′ pt Tiribocchi e al 3′ st Pettinari

ATALANTA (4-4-2): Consigli; Raimondi, Troest, Manfredini, Capelli; Bonaventura, Basha, Padoin, Pettinari (27′ st Ferreira Pinto); Ruopolo (22′ pt Ardemagni), Tiribocchi (39′ st Doni). In panchina: Frezzolini, Ferri, Ceravolo, Dalla Bona. All.: Colantuono

CROTONE (4-2-3-1): Concetti; Crescenzi, Viviani, Abruzzese, Migliore; Eramo, Galardo (4′ st Beati); Napoli (15′ st Ledesma), Cutolo (24′ st Ginestra), De Giorgio; Curiale. In panchina: Belec, Cabeccia, Tedeschi, Hanine. All. Menichini.

Arbitro: Ostinelli di Como

LE PAGELLE:

ALL.: COLANTUONO 6.5: ribalta la sua Atalanta per necessità oltre che per provare nuove soluzioni e trova la quadra conquistando una vittoria che da tranquillità all’ambiente. Bene.

CONSIGLI 6.5: poco impegnato, ma presente quando chiamato in causa. Bravo

RAIMONDI 6: meno in evidenza nella ripresa dopo un discreto primo tempo.

TROEST 6.5: sfiora il gol di testa in avvio e poi disputa una egregia partita.

MANFREDINI 6.5: dalle sue parti non si passa. Indistruttibile.

CAPELLI 6:  pasticcia in un paio di occasioni che, per fortuna, non provocano danni.

BONAVENTURA 7: altra prova convincente per il ragazzino dai piedi buoni. Avanti così!

BASHA 6.5: finalmente mostra alcune delle sue doti che, dal suo arrivo in nerazzurro, si erano viste davvero poco.

PADOIN 6.5: lotta e non molla un pallone. La in mezzo è il tuttofare nerazzurro.

PETTINARI 7: gran gol a parte, la sua partita è la sintesi della sua voglia di rivincita e di dimostrare a tutti che lui c’è: missione compiuta. Grande!

RUOPOLO 6: grande generosità, ma oggi le occasioni per lui non sono moltissime.

TIRIBOCCHI 6.5: e quando i nerazzurri sono in difficoltà servono sempre i suoi gol per togliere le castagne dal fuoco e sbloccare la partita. Grande!

SOSTITUZIONI:

ARDEMAGNI 5.5: entra a match già deciso, non riesce ad incidere.

FERREIRA PINTO s.v.: solo un quarto d’ora per riabbracciarlo in campo dopo l’infortunio. Bentornato!

DONI s.v.: entra nel finale.

image_pdfimage_print