Tempo di lettura: 2 minuti

Contro un avversario non certo dei più agevoli, la squadra ha dato continuità alla preziosa vittoria ottenuta a Palermo: bene la difesa, con Del Grosso e Stendardo protagonisti, promosso anche Brienza all’esordio (meglio nel primo tempo). Attacco da rivedere con Denis nuovamente isolato, e Bonaventura apparso troppo scostante.

IL TABELLINO:

ATALANTA-CATANIA 0-0

ATALANTA (4-3-2-1): Consigli; Scaloni, Stendardo, Canini, Del Grosso; Giorgi, Carmona (dal 17′ s.t. Cazzola), Biondini (dal 28′ s.t. Radovanovic); Brienza, Bonaventura; Denis (dal 36′ s.t. Livaja s.v.) – A disposizione: Polito, Contini, Bellini, Brivio, Raimondi, Moralez, De Luca, Parra, Budan – All.: Colantuono

CATANIA (4-2-3-1): Andujar; Alvarez, Bellusci, Spolli, Capuano (dal 20′ p.t. Marchese); Izco, Lodi; Barrientos, Castro, Gomez (dal 35′ s.t. Biagianti); Bergessio – A disposizione: Frison, Terracciano, Potenza, Legrottaglie, Rolin, Almiron, Salifu, Ricchiuti, Keko, Doukara – All.: Maran

ARBITRO: Massa di Imperia.

NOTE: gara di andata: Catania-Atalanta 2-1 – spettatori 12.000 circa – ammoniti Scaloni, Del Grosso, Bergessio, Bonaventura, Alvarez, Biondini, Livaja, Castro – calci d’ngolo: 5-3 per l’Atalanta – recupero: 1′ e 4′.

LE PAGELLE:

ALL.: COLANTUONO 6: dopo l’impresa a Palermo, la squadra rifiata su un campo ai limiti della praticabilità. Ne esce un pari utile, che da continuità ai risultati ma l’attacco non segna.

CONSIGLI s.v.: praticamente inoperoso, solo un intervento a deviare in corner nel finale di primo tempo e poco più.

SCALONI 6: la dietro fa buona guardia, quando deve metter la palla in mezzo è ai limiti dell’inguardabile…

STENDARDO 6.5: non può arrivare ovunque, ma in ogni occasione pericolosa lui riesce a sventare la minaccia. Bene.

CANINI 6: svolge il compitino con ordine, senza sbavature.

DEL GROSSO 6.5: un paio di ottimi interventi in chiusura, la grinta e la voglia di lottare non gli manca mai. Bene.

GIORGI 6: oggi un po’ meno in palla del solito. Tutto sommato comunque non sfigura.

CARMONA 6: tornato stanco dagli impegni con la nazionale non era al top, e lo si è visto.

BIONDINI 6: nel finale a corto di ossigeno si concede qualche distrazione di troppo.

BONAVENTURA 6.5: vivace, soprattutto nel finale in cui mostra qualcosa in più. Bene.

BRIENZA 6: parte bene, col passare dei minuti però esce un po’ dalla scena. Benino.

DENIS 6: non ha colossali occasioni, l’impegno non gli manca, oggi però il gol non è arrivato.

SOSTITUZIONI:

CAZZOLA 6: aiuta la causa, dando una mano alla conquista del risultato finale.

RADOVANOVIC s.v.: entra solo nell’ultimo quarto d’ora. Rimedia una ammonizione.

LIVAJA s.v.: entra nel finale, esordio con la maglia nerazzurra per lui.

image_pdfimage_print