Tempo di lettura: 4 minuti

Nerazzurri eliminati al terzo turno della Tim Cup, un buon Livorno vince con merito la sfida del Comunale colpendo anche una traversa e due pali. Decisamente falliti gli esperimenti tattici di Colantuono con una squadra imbottita di riserve che si dimostrano poco all’altezza della situazione. E la gara si conclude tra i fischi dei tifosi nerazzurri

La rete di Cellerino che decide il match ed elimina l’Atalanta dalla Coppa Italia

Bergamo: disastro, atto secondo. Dopo la brutta partita di Piacenza, l’Atalanta concede il bis e confeziona un’altra prestazione che dire deludente è dir poco. Superata nel finale dal Livorno, la squadra di Colantuono viene estromessa dalla coppa Italia grazie ad un gol di Cellerino dopo che gli ospiti hanno colpito nel corso del match una traversa e ben due pali. Era l’occasione per provare a riavvicinarsi anche al proprio pubblico, ma le buone intenzioni nerazzurre sono rimaste nello spogliatoio ed il finale di gara è sancito anche dai fischi che il pubblico dedica alle seconde linee nerazzurre, dopo la pessima figura rimediata. Inguardabili: l’Atalanta dice addio, mestamente, alla Coppa Italia grazie all’1-0 subito dal Livorno a Bergamo nella sfida secca valida per il terzo turno della competizione. Gli uomini di Colantuono regalano un’altra prestazione da dimenticare: mai pericolosi si inchinano a quattro minuti dal termine dalla deviazione volante di Cellerino, bravo a sfruttare appieno un angolo battuto dalla sinistra. Un fulmine che acceca il Comunale e che arriva dopo tre saette arrivate nei primi 85 minuti di gioco, quei tre legni colpiti da Danilevicius, Barusso e Knezevic, segnali d’avvertimento che l’Atalanta non ha saputo comprendere. L’unica nota positiva sono le buone prestazione di tre dei quattro giocatori che, schierati da titolari, non avevano mai messo piede in campo: Frezzolini, Dalla Bona e il giovane Possenti. Bocciato invece l’idolo della folla Defendi che, insieme a Pettinari, sono le ennesime delusioni di giornata. La squadra nerazzurra esce dunque dalla Coppa Italia, a testa bassa, un po’ come un anno fa quando fu il Lumezzane (prima divisione) a far fuori l’Atalanta dalla coppa. Stavolta è toccato al Livorno estromettere i sogni di un cammino di coppa almeno dignitoso. Peccato.

IL TABELLINO:

ATALANTA-LIVORNO 0-1 (primo tempo 0-0)

RETI: 41’st Cellerino

ATALANTA (4-4-2): Frezzolini; Raimondi (20’st Gentili), Capelli, Peluso, Possenti; Bonaventura, Dalla Bona, Basha, Pettinari; Defendi (15’st Ruopolo), Ceravolo – All.: Colantuono

LIVORNO (4-4-2): Mazzoni; Salviato, Knezevic, Di Bella, Schiattarella; Pagano (30’st Bencivenga), Prutsch, Barusso, Volpe (44’st Lignani); Danilevicius, Cellerino – All.: Pillon

NOTE: ammonito Peluso, Prutsh, Raimondi, Dalla Bona, Bonaventura

LA CRONACA:

PRIMO TEMPO:

1′: avvio regolare in uno stadio semivuoto, ma con tanto tifo dalla curva Nord

3′: angolo per il Livorno, senza conseguenze

7′: Livorno pericoloso con palla in area da destra per Volpe, ma il tiro finisce lontano dal palo di Frezzolini.

12′: Bonaventura lancia Ceravolo, palla al centro dell’area ma Pettinari non riesce a centrare la porta

15′: dopo un’azione nerazzurra, tiro di Possenti da fuori area, abbondantemente fuori

19′: punizione per il Livorno a 10 metri dall’area: palla sul fondo, molto alta

20′: bella apertura su Defendi, che avanza a destra: ma il cross viene spazzato dalla difesa livornese

25′: l’Atalanta preme in avanti, spinge sulle fasce, ma non riesce a concretizzare

30′: la partita, spezzettata, non offre un grande spettacolo

35′: Cellerino sta per avviarsi verso la porta nerazzurra: fallo di Peluso che rimedia un’ammonizione

36′: Tiro sulla barriera, nessun problema per Frezzolini

37′: sulla ripartenza con Raimondi, Defendi e Ceravolo l’Atalanta arriva in area livornese, ma non riesce a concludere

40′: Livorno vicinisssimo al gol: Basha passa involontariamente a Danilevicius. Il livornese si libera tira: la traversa salva l’Atalanta

42′: Prutsch ammonito per fallo su Bonaventura

44′: ammonito anche Raimondi

45′: due minuti di recupero

SECONDO TEMPO:

1′: discesa sulla destra di Pagano per il Livorno ma Frezzolini fa buona guardia.

3′: Livorno ancora pericoloso da destra, Capelli si rifugia in calcio d’angolo

7′: fallo non concesso all’Atalanta sul limite dell’area del Livorno, protesta Colantuono

8′: Bonaventura su calcio d’angolo per Peluso: palla fuori

11′: punizione per il Livorno: bordata di Barusso preda di Frezzolini che devia sul palo

14′: calcio d’angolo per il Livorno e palla in area che Knezevic manda sulla traversa

16′: Colantuono manda in campo Ruopolo al posto di Defendi

17′: Punizione per l’Atalanta: schema e palla in area per Possenti che non riesce a colpire di testa

19′: tiro di Pettinari che il portiere livornese devia per un soffio: nessun atalantino in zona per mettere in rete

23′: entra Gentili al posto di Raimondi – poco dopo cartellino giallo anche per il nerazzurro Dalla Bona

24′: punizione ancora battuta da Barusso, Frezzolini devia sopra la traversa

29′: cambio per il Livorno, Bencivenga al posto di Pagano

30′: bel cross di Pettinari per Bonaventura, anticipato

40′: Basha costretto a intervenire su Volpe e fallo per il Livorno

41′: ancora una parata di Frezzolini sulla gran punizione di Barusso

42′: GOL! Atalanta-Livorno 0-1: calcio d’angolo e palla in rete per il Livorno. Gol di Cellerino con una sfortunata deviazione di un difensore atalantino

44′: il Livorno cambia Volpe con Lignani

45′: l’arbitro concede 4 minuti di recupero

image_pdfimage_print