Sassuolo e Atalanta pari in tutto: gol, rigori (sbagliati) ed espulsioni per un 2-2 incredibile!

Tempo di lettura: 5 minuti

SERIE A, TERZA GIORNATA

SASSUOLO-ATALANTA 2-2: UN PUNTO PER PARTE MA CHE SPETTACOLO!

Bellissimo pareggio tra Sassuolo ed Atalanta nella terza giornata di campionato, con i nerazzurri che tengono testa alla capolista in una gara in cui succede di tutto: Sportiello para subito un rigore in avvio a Sansone, poi Pinilla in rovesciata porta avanti i nerazzurri, raggiunti a loro volta da un bel gol di Magnanelli dalla distanza; non si da per vinta la squadra di Reja che passa di nuovo con Pinilla alla mezz’ora ma viene raggiunta da un altro bellissimo gol nel finale di primo tempo di Floro Flores. Ripresa che si apre con la sciocchezza di Pinilla che gli costa il secondo giallo, lasciando i nerazzurri in dieci tutta la ripresa: chi si aspettava a quel punto una Atalanta remissiva si sbaglia, i nerazzurri resistono agli assalti neroverdi e nel finale conquistano persino il rigore del sorpasso con Maxi Moralez che però lo sbaglia. Finisce a quel punto lì una gara dalle grandissime emozioni.

Reggio Emilia: il cielo grigio dell’Emilia che indica l’avvicinarsi di un autunno che farà entrare nel vivo il campionato di Serie A accoglie il match tra la capolista Sassuolo e l’Atalanta di Reja: buon momento per ambo le contendenti, la prima reduce da un avvio sprint che la ha portata in cima alla classifica mentre per i nerazzurri il riscatto con la vittoria sul Frosinone dopo la sconfitta alla prima con l’Inter urge di una immediata conferma contro un avversario sicuramente tosto in quella che si annuncia comunque una bella partita.

IL GIORNO DI PALETTA: cambia qualcosa Reja nell’undici iniziale con molte novità, soprattutto in difesa dove Bellini trova posto con Paletta che fa così il suo esordio da titolare in campionato mentre confermatissimo De Roon in mezzo con il tridente argentino formato da Gomez, Moralez e Pinilla al centro. Tra i padroni di casa c’è Defrel nell’attacco di Di Francesco mentre dietro ci sono gli ex Consigli tra i pali e Peluso in difesa.

PRONTI, VIA E… SUPERSPORTIELLO: è dell’Atalanta il primo tentativo al terzo con Pinilla che tenta la conclusione dalla distanza ma la mira risulta imprecisa ma quando sono passati cinque minuti il Sassuolo ha una ghiotta chance per passare guadagnandosi un calcio di rigore per una trattenuta in area di Cherubin (ammonito nella circostanza) su Missiroli; va Sansone dagli undici metri e Sportiello è subito super intercettando il tiro dell’attaccante neroverde e mandando la sfera in corner.

PINILLA, ROVESCIATA-SHOW: scampato il grosso pericolo l’Atalanta ha la capacità di riorganizzarsi ed andare subito a colpire il Sassuolo, stavolta in maniera vincente con Pinilla, che trasforma in un capolavoro di rovesciata un pallone che spiove in area e fredda l’ex Consigli portando sull’1-0 la squadra di Reja.

MAGNANELLI INVENTA IL PARI: che non sia una giornata da gol normali lo si capisce quando il Sassuolo raggiunge il pari dopo circa sette minuti dal gol atalantino: la squadra di Di Francesco sfrutta al meglio una punizione andando a consegnar palla a Magnanelli che ci prova dalla distanza e trova un altro bellissimo gol che riporta il match in parità.

EMOZIONI A GO-GO: partita che lascia davvero senza respiro con le emozioni che non mancano da una parte e dall’altra ma con i nerazzurri che paiono più determinati nel cercare il nuovo gol e, per poco, non lo trovano con Bellini alla mezz’ora che viene anticipato di un nulla dalla difesa neroverde al momento della deviazione vincente.

PINILLA-BIS: prove generali del nuovo vantaggio atalantino che arriva due minuti dopo quando Moralez recupera un bel pallone ai limiti dell’area e lo offre a Pinilla, che brucia la marcatura di Peluso e conclude con Consigli che trattiene male ed il gol del 2-1 atalantino si materializza così.

FLORO FLORES, BOTTA DA 2-2: questo spettacolare primo tempo deve però regalare ancora emozioni, con la squadra di casa che non si arrende e va alla caccia del pareggio che si materializza a cinque dalla fine con un’altra bellissima rete, stavolta di Floro Flores che fa partire una sassata dalla distanza e batte nuovamente Sportiello portando di nuovo in parità il punteggio. Il tempo di un’ultima occasione per Kurtic sprecata a ridosso del fischio dell’arbitro ed un primo tempo da playstation può andare in archivio con le due squadre ferme sul punteggio di 2-2.

PINILLA, CHE SCIOCCHEZZA: si ricomincia senza cambi durante l’intervallo e con i medesimi ventidue che han concluso la prima parte della gara ma dopo due minuti la combina grossa Pinilla rimediando la seconda ammonizione per un fallo davvero banale a centrocampo che gli costa la doccia anticipata lasciando i suoi in inferiorità numerica, di fatto, per tutta la ripresa. Corre ai ripari a questo punto Reja andando ad inserire di li a poco Raimondi al posto di un Kurtic autore di una prova con poche luci e diverse ombre.

ASSEDIO STERILE: per forza di cose il Sassuolo a questo punto prova a fare la partita, cercando di chiudere i nerazzurri nella propria area con la squadra di Reja che tiene con ordine e che al ventiquattresimo inserisce Monachello la davanti al posto di uno stremato Gomez. Al ventottesimo la squadra di casa è pericolosa con una conclusione in area deviata dalla difesa che per poco non beffa Sportiello e finisce in corner sui cui sviluppi conclude Politano tra le braccia del portiere atalantino.

MAXI, RIGORE ED ERRORE: non rinuncia a farsi vedere la squadra di Reja che al minuto trentatre combina bene con Moralez che offre il pallone in mezzo per l’accorrente Monachello che viene anticipato in uscita da Consigli di un soffio. Ultimo cambio per Reja di li a poco con l’ingresso di Toloi in difesa al posto di uno zoppicante Bellini. Ma quello che sta per materializzarsi di li a poco è un finale ai limiti dell’incredibile con Vrsaljko che rimedia due ammonizioni nel giro di un paio di minuti ma, nella seconda rimediata, commette fallo da rigore su Moralez in area con l’arbitro che concede il tiro dagli undici che il piccoletto argentino si vede però respingere da Consigli, un errore simile a quello di Sansone in avvio a parti opposte. Siparietto divertente dopo l’errore dal dischetto dell’attaccante atalantino “consolato” dall’ex Consigli con un bacio. Emozione e tensione alle stelle anche nei quattro minuti di recupero concessi dall’arbitro dove non succederà più nulla ed il triplice fischio finale concede un punto per parte alle due contendenti che hanno dato vita ad una gara davvero spettacolare con due rigori (falliti) e quattro gol per un 2-2 che, tutto sommato, è giusto così.

IL TABELLINO

RETI: 13’ pt Pinilla, 22’ pt Magnanelli, 33’ pt Pinilla, 40’ pt Floro Flores

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan; Floro Flores (33’ st Falcinelli), Defrel (20’ st Floccari), Sansone (19’ st Politano) – In panchina: Pomini, Pegolo, Ariaudo, Gazzola, Fontanesi, Terranova, Biondini, Pellegrini, Laribi – All.: Di Francesco

ATALANTA (4-3-3): Sportiello; Bellini (35’ st Toloi), Paletta, Cherubin, Dramé; Carmona, De Roon, Kurtic (11’ st Raimondi); Moralez, Pinilla, Gomez (25’ st Monachello) – In panchina: Bassi, Masiello, Stendardo, Cigarini, Brivio, Migliaccio, Grassi, D’Alessandro, Denis. All. Reja

ARBITRO: Mariani di Aprilia

NOTE: spettatori: 14mila circa – espulsi Pinilla al 3’ st per doppia ammonizione e Vrsaljko al 40’ st per doppia ammonizione – Sportiello ha parato un rigore a Sansone al 7’ pt, Consigli ha parato un rigore a Moralez al 41’ st – recuperi: 0′ e 4′

image_pdfimage_print