Apre Gomez, chiude Pellissier: Chievo-Atalanta, un pari tutto nella ripresa

Tempo di lettura: 4 minuti

SERIE A, TRENTASETTESIMA GIORNATA

CHIEVO V.-ATALANTA 1-1: LA DEA SCAPPA, MA ALLA FINE SPUNTA PELLISSIER

Ultima trasferta stagionale per l’Atalanta che si chiude con un pareggio sul campo del Chievo Verona con il tecnico Reja che può restare così imbattuto lontano dal Comunale da quando è subentrato a Colantuono sulla panchina nerazzurra. In versione decisamente sperimentale, l’Atalanta gioca un buon primo tempo centrando anche un clamoroso incrocio dei pali con Gomez e passando proprio con l’ex giocatore del Catania in avvio di ripresa e mancando il colpo del raddoppio in almeno un paio di occasioni. Nel finale aumenta la pressione del Chievo che trova ad un minuto dal novantesimo il pareggio con un colpo di testa di Pellissier in occasione di un calcio d’angolo. Partita dai ritmi quasi amichevoli, che trova maggiori emozioni nella ripresa e con i nerazzurri che salgono a quota trentasette punti in classifica ed il Chievo che si congeda dai propri tifosi dopo l’ennesima salvezza conquistata.

Verona: archiviato il discorso salvezza la scorsa settimana, l’Atalanta si gode senza patemi le ultime due giornate di campionato rimanenti a cominciare dal match di oggi nella tana di un Chievo anch’esso già in salvo da qualche settimana con la possibilità di cercare di rodare chi ha giocato di meno e vedere anche chi potrà essere all’altezza o meno di una riconferma in vista della prossima stagione in cui pare quasi certa la permanenza di mister Edy Reja sulla panchina nerazzurra.

GRASSI TITOLARE: il tecnico friulano mischia così le carte, facendo anche di necessità virtù viste anche le numerose assenze tra squalifiche ed infortuni: largo così a Grassi in mezzo al campo insieme a Baselli e Cigarini con Del Grosso dietro e Boakye terminale offensivo. Tra i padroni di casa Maran si affida a Meggiorini e Paloschi in avanti mentre in porta c’è Bizzarri.

RITMO BALNEARE: avvio dai ritmi decisamente bassi in cui però l’Atalanta si rende pericolosa in almeno un paio di occasioni, prima con Grassi che prova a concludere ben servito da Moralez ma con scarsa precisione, poi è proprio il piccoletto argentino nerazzurro a tentar di mettere prima il pallone in mezzo da ottima posizione e poi tentar la conclusione senza fortuna.

GOMEZ SFORTUNATO: sussulti o poco più da ambo le parti fino alla mezz’ora quando Gomez mette il turbo ed entra in area clivense liberandosi di un paio di avversari e concludendo senza fortuna centrando in pieno l’incrocio dei pali. Poco o nulla fino al minuto quarantatre quando Cigarini imbecca bene Moralez in area con l’argentino che tenta subito la conclusione ma il portiere Bizzarri si oppone con un ottimo intervento in uscita.  Ultimo telegramma di un primo tempo davvero avaro di emozioni che va così in archivio con le due squadre ferme sullo 0-0.

L'esultanza dei nerazzurri dopo il golZUKANOVIC SBAGLIA, GOMEZ NO: c’è subito spazio per il giovanissimo Rosseti al posto di Boakye in avvio di ripresa con l’Atalanta che mette la freccia al quarto minuto quando Gomez è abile a sfruttare una incertezza difensiva di Zukanovic per recuperare la sfera, entrare in area e metter dentro il pallone dell’1-0 per la squadra di Reja.

SPORTIELLO SUGLI SCUDI…: a questo punto il Chievo è costretto a osare di più, ma sono i nerazzurri a rendersi nuovamente pericolosi con Moralez che manca l’attimo giusto all’ottavo e, sul capovolgimento di fronte prova la fiondata dalla distanza Birsa con la sfera che finisce di poco a lato dalla porta di Sportiello. Portiere atalantino invece sugli scudi al dodicesimo quando Paloschi tenta la conclusione da buona posizione ma trova la pronta respinta dell’estremo difensore nerazzurro. Protestano i veneti al quarto d’ora per un intervento in area di Benalouane su Meggiorini. E’ il turno di Emanuelson nello scacchiere nerazzurro poco dopo il quarto d’ora con Gomez che lascia il campo al suo posto.

…MA ANCHE PASTICCIONE!: rischia invece di combinare un bel disastro il portiere atalantino al quarto d’ora quando, in occasione di un retropassaggio di Zappacosta, regala la sfera al Chievo con Paloschi che manda fuori di un nulla il pallone del possibile pareggio. Problemi fisici per Masiello obbligano Reja al secondo cambio con l’inserimento di Stendardo al suo posto al ventesimo.

GRAFFIA PELLISSIER, 1-1: padroni di casa che, con l’innesto in avanti anche di Pellissier, si propongono a trazione anteriore con i nerazzurri chiamati a difendere e cercare la ripartenza giusta per andare a caccia di un altro gol ma anche la ripresa stenta a decollare fino al finale di partita dove, da un errato disimpegno in occasione di un corner per i nerazzurri nasce la ripartenza del Chievo che arriva fino all’area nerazzurra con Schelotto che mette in mezzo un pallone insidioso dove Benalouane rischia l’autogol con una leggera deviazione mandando in corner. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina il Chievo trova il pareggio con un colpo di testa quasi da terra di Pellissier che sorprende Sportiello e mette a segno il gol dell’1-1. Restano a quel punto solo tre minuti di recupero per le due contendenti che trovano il giusto compromesso in un pareggio che, alla fine, sta bene ad entrambe: mister Reja chiude da imbattuto in trasferta dal suo arrivo all’Atalanta, il Chievo può salutare i suoi tifosi dopo l’ennesima salvezza-miracolo. Noi, invece, per i saluti ci aggiorniamo alla prossima settimana nell’ultima di campionato dove al Comunale arriverà il Milan.

IL TABELLINO

CHIEVO-ATALANTA 1-1 (primo tempo 0-0)

MARCATORI: Gomez (A) al 3′ s.t., Pellissier (C) al 43′ s.t.

CHIEVO (4-4-2): Bizzarri; Frey, Dainelli, Cesar, Zukanovic (Botta al 7′ s.t.); Schelotto, Izco, Radovanovic (Cofie 14′ s.t.), Birsa (Pellissier al 25′ s.t.); Paloschi, Meggiorini (Pozzi, Vajushi, Cofie, Fetfatzidis, Botta, Sardo, Pellissier, Biraghi, Seculin). All. Maran

ATALANTA (4-3-3): Sportiello; Zappacosta, Benalouane, Masiello (Stendardo dal 33′ s.t.) (Stendardo al 23′ s.t.), Grosso; Grassi, Cigarini, Baselli; Moralez, Boakye (Rosseti dal 2′ s.t.), Gomez (Emanuelson al 18′ s.t.) (Avramov, Stendardo, Scaloni, Bellini, D’alessandro, Bianchi, Biava, Rosseti, Emanuelson, Cherubin, Dramé). All. Reja

ARBITRO: Sacchi di Macerata

NOTE: gara di andata: Atalanta-Chievo V. 1-1 – spettatori: 12mila circa – ammoniti: Cesar (C) – recuperi: 1′ p.t. e 3′ s.t.

image_pdfimage_print