Spunta Denis all’ultimo respiro: Atalanta di rincorsa, Empoli ripreso nel finale

Tempo di lettura: 5 minuti

SERIE A, TRENTADUESIMA GIORNATA

ATALANTA-EMPOLI 2-2: TANTE EMOZIONI, DENIS SALVA I NERAZZURRI

Spettacolare pareggio nell’anticipo di mezzogiorno della trentaduesima di campionato con l’Atalanta che si salva nel finale contro un Empoli bello e tosto, che ha messo in difficoltà i nerazzurri andando avanti in due occasioni e venendo ripresa a fil di sirena da una rete dell’inesauribile Denis. Match che si apre a cinque minuti dalla fine del primo tempo con la rete ospite di Saponara e l’immediato pareggio di Gomez dopo poco più di un minuto. Ripresa che inizia con i nerazzurri a caccia del sorpasso ma con gli ospiti che sfondano ancora al quarto d’ora con Maccarone e sfiorano anche il terzo gol, ancora con Maccarone che centra in pieno il palo con la sfera che rimbalza in campo. Superato lo spavento, i nerazzurri ci provano fino alla fine e trovano un pareggio a quel punto insperato al secondo di recupero grazie alla testata vincente di Denis in occasione di un corner che fa saltare di gioia lo stadio.

Bergamo: il mezzogiorno domenicale atalantino, oltre alle consuete tavole imbandite, chiama a raccolta al Comunale i tifosi nerazzurri per l’anticipo contro l’Empoli della trentaduesima di campionato; iniziano ad essere sempre meno le giornate al termine del campionato ed i punti iniziano a pesare sempre più, specialmente per chi cerca lo scatto giusto per evitarsi un finale di stagione con troppi patemi ed iniziare a pensare al futuro, cosa che può probabilmente già fare la sorpresa-Empoli, vera rivelazione di questo torneo che viaggia a quattro lunghezze di vantaggio dai nerazzurri ma soprattutto con undici di lunghezze sul Cesena terz’ultimo. Discorso diverso invece per la squadra di Reja che vuol invece cercare lo scatto giusto per allontanare la zona-rossa, in vista anche del match importantissimo di mercoledì proprio a Cesena.

RIECCO MAXI: opera diverse variazioni Reja nell’undici titolare rispetto alla squadra che ha strappato un ottimo pari contro la Roma all’Olimpico: rientra Moralez dal primo minuto a sostegno di Denis in attacco mentre in mezzo c’è Cigarini al posto di Baselli. Gli ospiti si presentano invece con Pucciarelli e Maccarone in avanti con Sarri che può contare anche su Valdifiori e Saponara nell’undici della matricola terribile toscana.

BUONA PARTENZA: partono bene i nerazzurri, guadagnando subito un paio di corner e mettendo l’Empoli nella propria metà campo con Estigarribia che al quinto viene anche ben smarcato in area ma conclude debolmente tra le braccia di Sepe. Gli ospiti rispondono subito con un tentativo di Saponara che Sportiello respinge coi pugni e, sulla ribattuta, lo stesso giocatore toscano spedisce alto. Sintomo che i toscani non sono affatto disposti a fare da comparsa.

PERICOLO TOSCANO: col passare dei minuti però la squadra ospite si organizza meglio riuscendo a chiudere i tentativi offensivi nerazzurri che si fanno sempre più sporadici, concentrando il gioco troppo spesso sulla velocità di Estigarribia che viene però ben controllato dalla difesa toscana. Dopo diversi minuti di noia sono difatti ancora gli ospiti a sfiorare il vantaggio poco dopo la mezz’ora dopo che Rugani aveva colpito di testa a colpo sicuro in occasione di un corner ma è bravissimo Denis a salvare un gol praticamente già fatto.

SAPONARA-PAPU, FINALE INCREDIBILE: i campanelli d’allarme già suonati non sono sufficienti a dar la sveglia ad un’Atalanta che incassa a cinque dalla fine del primo tempo il gol dell’Empoli che arriva dopo una bella combinazione tra Pucciarelli e Saponara con passaggio del primo per il secondo che si smarca grazie ad una incomprensione dei centrali della difesa atalantina e si ritrova solo davanti a Sportiello mettendo dentro il gol del vantaggio toscano. La risposta atalantina non tarda fortunatamente ad arrivare e, dopo tre minuti dal gol ospite, i nerazzurri pareggiano grazie ad una bella combinazione tra Maxi Moralez e Gomez con il passaggio del primo che spiazza l’intera difesa toscana e libera completamente il secondo che mette così dentro il suo primo gol in nerazzurro riportando il match subito in parità. Emozioni che proseguono a poco più di un minuto di distanza dal gol del pareggio atalantino con l’Empoli che ha subito una clamorosa occasione per riportarsi subito avanti con Pucciarelli, che non finalizza al meglio una respinta di Sportiello mandando alto di testa a porta praticamente sguarnita. Ultimo fuoco di artificio che si chiude così, dopo due minuti di recupero, con le due squadre ferme sull’1-1.

ANCORA EMOZIONI: match che riparte dopo l’intervallo senza nessun cambio nelle due formazioni che ricominciano a giocare un calcio davvero bello da vedere con tante occasioni: al quarto Moralez fa il numero, entra in area e offre la sfera all’accorrente Estigarribia che prova a calciare ma trova sulla sua strada Denis, caduto in precedenza in area; i toscani non stanno certo a guardare e, sull’azione seguente mandano alla conclusione Valdifiori con Sportiello che para senza problemi. Sesto minuto e tocca a Carmona avere un’altra grande chance in area, andando a concludere alto da buona posizione.

GRAFFIA MACCARONE: partita di nuovo in salita per la squadra di Reja al quarto d’ora quando gli ospiti si riportano nuovamente avanti al termine di una azione che porta al traversone rasoterra da sinistra di Croce e conclusione inesorabile di Maccarone di piatto che fredda Sportiello e porta l’Empoli sul 2-1. Nerazzurri in evidente difficoltà, lo stesso Maccarone tre minuti dopo il gol potrebbe concedere il bis ma il palo pieno nega, con la deviazione di Sportiello fondamentale, il gol che avrebbe fatto scendere la notte sul Comunale.

INFINITAMENTE DENIS: cerca di scuotere i suoi Reja, andando ad operare due cambi al ventiquattresimo inserendo D’Alessandro e Bianchi al posto di Estigarribia e Gomez con i nerazzurri che provano a forzare i tempi a caccia del pareggio con Emanuelson che entra al posto di Benalouane alla mezz’ora e Denis che al minuto trentadue sciupa una grandissima occasione per il pari mandando alle stelle in area da ottima posizione. Forcing finale dell’Atalanta che nel primo di recupero sfiora la traversa con una bella conclusione di Emanuelson, deviata in corner da un difensore toscano. E proprio il tiro dalla bandierina sarà fatale ai toscani, con l’Atalanta che sigla a fil di sirena l’incredibile pareggio grazie a quel German Denis che trova la testata vincente che finisce nell’angolino più lontano e beffa Sepe facendo esplodere il Comunale di gioia per quello che pareva ormai un pareggio insperato e che si tramuta invece in un altro punto importantissimo nella corsa salvezza. A piccoli passi avanti… ma che fatica!!!

IL TABELLINO

Atalanta-Empoli 2-2 (primo tempo 1-1)

RETI: Saponara (E) al 41′, Gomez (A) al 44′ p.t.; Maccarone (E) al 15′, Denis (A) al 48′ s.t.

ATALANTA (4-4-1-1): Sportiello; Benalouane (dal 30′ s.t. Emanuelson), Masiello, Stendardo, Dramé; Estigarribia (dal 24′ s.t. D’Alessandro), Cigarini, Carmona, Gomez (dal 24′ s.t. Bianchi); Moralez; Denis – A disposizione: Frezzolini, Merelli, Del Grosso, Bellini, Migliaccio, Baselli, Biava, Zappacosta, Rosseti – All.: Reja

EMPOLI (4-3-1-2): Sepe; Hysaj, Rugani, Tonelli, Laurini (dal 34′ s.t. Barba); Vecino, Valdifiori, Croce; Saponara (dal 41′ s.t. Mario Rui); Pucciarelli (dal 14′ s.t. Zielinski), Maccarone – A disposizione: Pugliesi, Bassi, Signorelli, Mchedlidze, Tavano, Diousse, Barba, Brillante, Somma – All.: Sarri

ARBITRO: Cervellera di Taranto

NOTE: gara di andata: Empoli-Atalanta 0-0 – spettatori: 15mila circa – ammoniti Benalouane (A) e Cigarini (A) per gioco scorretto, Pucciarelli (E) per c.n.r., D’Alessandro (A) per proteste

image_pdfimage_print