Moralez illude, ma la Roma rimonta e vince: una bella Atalanta si arrende ai giallorossi.

Tempo di lettura: 4 minuti

SERIE A, DODICESIMA GIORNATA

ATALANTA-ROMA 1-2: LAMPO DI MORALEZ, MA I GIALLOROSSI RIMONTANO

Sconfitta con onore, ma anche stavolta restano solo le briciole: l’Atalanta si fa rimontare dalla Roma ed incappa nella terza sconfitta interna stagionale restando così ferma a quota dieci punti in classifica e non trovando quella svolta che Denis e compagni cercano da tempo. E dire che la prova con i giallorossi è sicuramente più che confortante con l’immediato vantaggio di Maxi Moralez dopo solo cinquanta secondi e la traversa colpita da Baselli pochi minuti dopo che fanno tremare la squadra di Garcia in cui la differenza la fa la giocata del singolo nel finale di primo tempo: prima Ljajic trova il gol del pari, poi lo stesso ex viola propizia il gol del sorpasso di Naingollan a due minuti dall’intervallo. Ripresa ancora di marca atalantina con Maxi Moralez che si divora la palla del possibile pareggio e tanto cuore che però non bastano. Arriva una sconfitta che non rende onore ai ragazzi di Colantuono.

Bergamo: dopo la sosta per le nazionali il campionato riaccende i riflettori e tocca alla squadra di Colantuono l’apertura della dodicesima di serie A per la sfida del Comunale contro la Roma di Garcia, seconda forza del torneo e diretta inseguitrice della Juve capolista. Si potrebbe certo dire che gli esami non finiscono mai per Denis e compagni, con una classifica che non mette certo tranquillità ai tifosi nerazzurri con le zone basse distanti solamente due punti, troppo poco per poter stare tranquilli anche se la truppa atalantina ha spesso dimostrato di saper gettare il cuore oltre l’ostacolo proprio in queste occasioni.

REBUS FORMAZIONE: un continuo cantiera aperto questa Atalanta, alla ricerca della via del gol dopo averne segnati solo quattro in undici giornate ed alle prese con mille difficoltà tra infortuni e squalifiche con il tecnico Colantuono che opta per una difesa inedita con il ritorno di capitan Bellini tra i titolari e gli innesti di Raimondi e la conferma di Cherubin mentre in mezzo si rivede Papu Gomez con Moralez messo a supporto dell’unica punta Denis. Manca Totti nell’undici di Garcia che invece propone un tridente da paura con Iturbe, Destro e Lijaic per spaventare la difesa atalantina.

MORALEZ DA RECORD: sembra quasi uno scherzo ma non passano nemmeno cinquanta secondi e l’Atalanta passa in vantaggio grazie ad una bella iniziativa di Raimondi che supera l’avversario, entra in area ed offre a Moralez il pallone che il piccolo argentino manda a sbattere prima sull’incrocio, per poi finire in rete. Non dirmelo, non ci credo, l’Atalanta è già sull’1-0.

BASELLI SULLA TRAVERSA: stordita dall’avvio al fulmicotone dei nerazzurri, la Roma fatica a riprendersi e la squadra di Colantuono continua a macinare gioco e va ad un passo dall’incredibile raddoppio al nono minuto quando Gomez lavora un bel pallone e lo mette in mezzo, il portiere De Sanctis esce male e la sfera finisce a Baselli che, da ottima posizione, centra in pieno l’incrocio con la sfera che ritorna in campo ed i nerazzurri che mettono alle corde la seconda forza del campionato in questo incredibile avvio.

LJAJIC SI INVENTA L’1-1: la Roma ha singoli capaci di cambiare da soli le sorti delle partite e tant’è che, nonostante le difficoltà, i giallorossi riescono a trovare il punto del pareggio al ventiduesimo quando Ljajic riceve palla e l’ex giocatore della Fiorentina si accentra e conclude con un diagonale su cui Sportiello non può davvero nulla ed il match ritorna così in parità.

DEA VIVACE: partita che si mantiene su ritmi davvero gradevoli e con le due squadre che si affrontano a viso aperto e, soprattutto, un’Atalanta davvero pimpante rispetto alle ultime uscite con i ragazzi di Colantuono che, a ridosso della mezz’ora, vanno vicini al gol quando Moralez recupera un bel pallone e semina il panico in area ma è provvidenziale l’intervento di De Sanctis ad anticipare un liberissimo Denis.

SPIETATO NAINGGOLLAN: la grinta ed il cuore dei nerazzurri impattano con le doti di un avversario che riesce a punirti al primo errore; e così, a tre minuti dall’intervallo la squadra ospite ribalta il punteggio capitalizzando al meglio un pallone perso in mezzo al campo dai nerazzurri e colpendo in ripartenza ancora con Ljajic che stavolta offre palla all’accorrente Nainggolan che fulmina Sportiello con un piatto sinistro. Si va così dopo pochi minuti all’intervallo con la Roma avanti di un gol ma con i nerazzurri decisamente in partita.

OCCASIONE-STENDARDO: finito l’intervallo si riparte senza variazioni nei ventidue in campo e con la squadra di Colantuono che prova a riproporre quel pressing asfissiante di avvio di partita nella speranza di mettere in difficoltà i giallorossi che però sono bravi a non concedere nulla dalle parti di De Sanctis. Buona chance per la squadra di Colantuono al diciannovesimo quando, sugli sviluppi di una punizione di Gomez, svetta di testa per primo Stendardo che però non si coordina al meglio e l’occasione sfuma.

UN MAXI SPRECO…: non c’è la fa Baselli al ventiquattresimo e il tecnico Colantuono lancia così il giovanissimo Grassi mentre pochi istanti dopo l’Atalanta fallisce una incredibile occasione con Maxi Moralez che, tanto è lesto nel recuperare la sfera in area quanto è incredibile l’errore che commette nel calciare quello che in pratica risulta essere un rigore in movimento fallendo una incredibile occasione per pareggiare.

RISCHIATUTTO COLANTUONO: il tecnico nerazzurro si gioca il tutto per tutto nell’ultimo quarto d’ora inserendo Boakye e Bianchi al posto di Gomez e Denis nel disperato tentativo di raddrizzare una gara che i suoi ragazzi stanno giocando alla pari contro la seconda forza del campionato. A dieci dalla fine i nerazzurri guadagnano una punizione dal limite dell’area con Moralez che prova a finalizzarla al meglio ma senza successo e la sfera finisce sopra la traversa.

NIENTE DA FARE: minuti che scorrono e stanchezza che avanza in campo e nemmeno nei cinque minuti di recupero l’Atalanta non ha più la lucidità necessaria per portare ulteriori insidie alla porta giallorossa, una prova davvero di grande cuore e grinta per l’undici di Colantuono che raccoglie però solamente le briciole. La posta piena va alla Roma, capace di rimontare il gol iniziale di Maxi Moralez. Momento davvero difficile in casa atalantina, eppure, dal gioco e dalla voglia vista oggi in campo il futuro non sembra così nero come potrebbe essere domani la classifica. Forza ragazzi!

image_pdfimage_print