Le pagelle di Atalanta-Juventus

Tempo di lettura: 2 minuti

Nonostante il passivo pesante i nerazzurri non dispiacciono per grinta e carattere. Di fatto la partita si spegne al momento del rigore fallito da Denis ed il successivo raddoppio subito un minuto dopo. Bene Zappacosta in difesa, ottimo l’esordio di Molina che si conquista anche il penalty. Mezza delusione per Baselli, convincente solo a metà oltre a Gomez che è ancora ben lontano dalla forma migliore.

LE PAGELLE:

SPORTIELLO 6: subisce tre gol, ma di fatto non commette particolari errori. Sufficiente.

ZAPPACOSTA 6.5: bene, specialmente in avvio è una vera minaccia per i bianconeri.

BENALOUANE 6: tiene bene nel primo tempo, accusa piu fatica nella ripresa.

BIAVA 5.5: fatica a tratti a contenere Pogba.

La terza rete siglata da MorataDRAME’ 5.5: meglio nella prima parte di gara. Troppi pasticci nel secondo tempo.

ESTIGARRIBIA 5.5: convince pochino, viene rimpiazzato da Molina a inizio ripresa.

CARMONA 5.5: non si nota come dovrebbe. Da rivedere.

BASELLI 5.5: ha l’onere, e l’onore, si sostituire Cigarini ma conferma ancora una volta che è ancora troppo acerbo.

GOMEZ 5: parte molto bene per poi eclissarsi nella notte del Comunale. La forma migliore è ancora lontana.

BOAKYE 5.5: molto movimento, poca concretezza. Deve migliorare.

DENIS 5: se ne ricorderà a lungo di questa serata. Da possibile eroe, all’incubo passa una frazione di secondo, il tempo che Buffon respinga il rigore e Tevez metta dentro il raddoppio. Serataccia.

ALL.: COLANTUONO 6.5: viene pure cacciato per eccesso di agonismo, ma la gara l’aveva davvero preparata bene e per poco non rischia persino di portar a casa qualcosa di buono. Peccato, ora il lavoro più grande andrà fatto sul morale dei giocatori, decisamente non dei migliori dopo tre sconfitte consecutive. Forza mister!

SOSTITUZIONI:

MOLINA 6.5: che dire, entra e per poco non spacca la partita con quel rigore che poteva portare al pareggio. Gioca con la disinvoltura di un veterano. Ottima scoperta!

CIGARINI 5.5: entra a gara ormai andata, complessivamente non cambia di molto le cose.

BIANCHI s.v.: entra nel finale.

image_pdfimage_print