All'Atalanta piace la regola del cinque: Parma travolto, il 2020 inizia col botto!

Tempo di lettura: 3 minuti
SERIE A, DICIOTTESIMA GIORNATA

ATALANTA-PARMA 5-0: PAPU ED ILICIC DEMOLISCONO I DUCALI

Avanti tutta, demolendo record su record, in barba anche a chi potesse pensare che le feste avessero magari distratto o appesantito questa Atalanta: non sia mai, perchè la banda del Gasp apre il 2020 con un’altra cinquina (la seconda di fila, mai successo in serie A) e stavolta a farne le spese è il malcapitato Parma, travolto dalle reti di Gomez (una perla), Freuler e Gosens nel primo tempo, risultato poi arrotondato nella ripresa dalla doppietta di Ilicic (primo gol da incorniciare per lo sloveno). La Dea sale così a quota trentaquattro in classifica, consolidando il quinto posto e avvicinando il quarto (un solo punto di distanza dalla Roma) e sabato prossimo è attesa dalla supersfida di San Siro all’Inter di Conte.

Bergamo: la legge della ”manita” colpisce ancora: l’Atalanta apre il 2020 così come aveva chiuso il 2019: cinque gol anche al Parma come al Milan e un’altra esibizione di calcio bello e incontenibile, orchestrata dalla fantastica qualità e classe del duo Gomez-Ilicic che mette in ombra i ducali dell’ex stellina nerazzurra Kulusevsky, fresco di firma con la Juve per la cifra-monstre di oltre quaranta milioni di euro.

TRA I PALI C’E SPORTIELLO: con Gollini ancora non del tutto ripreso dall’influenza, seconda presenza stagionale per Sportiello, mentre in mezzo torna la diga De Roon-Freuler, con Pasalic in panchina dopo dieci gare consecutive da titolare in campionato e davanti Muriel assieme a Gomez e Ilicic. Negli ospiti, D’Aversa senza Gervinho e Karamoh, non ha altrettanta possibilità di scegliere, a sinistra in difesa c’è Pezzella per lo squalificato Gagliolo, in regia Hernani e non Scozzarella, davanti invece c’è Kucka a fare con l’ex Kulusevski e Sprocati sulle fasce.

DEA, TRIS NEL PRIMO TEMPO: l’Atalanta inizia sin da subito a martellare ed i nerazzurri impiegano poco tempo a prendere le misure ai tentativi di ripartenza del Parma e riescono addirittura a risolvere la questione già nei primi quarantacinque di gioco soprattutto grazie alla qualità dei suoi: Gomez apre la partita già dopo undici minuti con un sinistro meraviglioso, e poi da il la al raddoppio con la collaborazione di Remo Freuler, che gli chiede uno-due, con l’assist per il 2-0 quattro minuti dopo la mezz’ora. In mezzo, dominio più o meno totale e due parate molto importanti di Sepe su Ilicic che avevano in precedenza evitato il raddoppio. Nel finale, Muriel sfiora e Gosens trova il 3-0: contropiede di Ilicic, con tiro rimpallato proprio nella zona del tedesco, che dopo aver fatto impazzire Darmian lo brucia per il gol che mette praticamente già in ghiaccio il risultato a fine primo tempo (chiuso senza recupero).

RIPRESA, E’ ILICIC-SHOW: la ripresa inizia con un Parma che pare più determinato nelle prime battute ma che non riesce tuttavia ad impensierire mai Sportiello, oggi praticamente spettatore non pagante. Lo spettacolo però lo mandano in scena Josip Ilicic e del suo sinistro magico: sua infatti la firma sul quarto e sul quinto gol dell’Atalanta, due autentiche meraviglie; il primo con un tiro incrociato con coordinazione perfetta su cross al bacio di Gosens, il secondo, radente dopo essersi bevuto un paio di difensori del Parma all’interno dell’area di rigore.

UN AVVIO CON IL BOTTO: il resto è la solita, grande festa del pubblico sugli spalti a festeggiare le meraviglie che la banda del Gasp è riuscita a regalare anche in questa prima del nuovo anno: aggiungiamo a tutto ciò anche il rientro in campo nell’ultimo quarto d’ora di Zapata dopo quasi tre mesi di assenza dal terreno di gioco, e la standing ovation concessa a Gomez e Ilicic sostituiti da Traore e Malinovskyi nel finale. Se il buongiorno di questo nuovo anno si vede dal mattino, anche per questo 2020 avremo di che divertirci…

IL TABELLINO

ATALANTA PARMA 5-0 (primo tempo 1-0)

RETI: 11′ p.t. Gomez (A), 34′ p.t. Freuler (A), 43′ p.t. Gosens (A), 15′ s.t. Ilicic (A), 26′ s.t. Ilicic (A)

ATALANTA (3-4-1-2): Sportiello; Toloi, Djimsiti, Palomino; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Gomez (33′ s.t. Malinovskyi); Ilicic (39′ s.t. Traorè), Muriel (27′ s.t. Zapata) – All.: Gasperini

PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Pezzella; Hernani, Grassi (33′ s.t. Brugman), Barillà; Kulusevski, Kucka (12′ s.t. Laurini), Sprocati (1′ s.t. Inglese) – All.: D’Aversa

ARBITRO: Pasqua di Tivoli

NOTE: spettatori: 19mila circa – ammoniti: 27′ p.t. Pezzella (P), 29′ p.t. Gomez (A), 12′ s.t. Kucka (P), 25′ s.t. Freuler (A), 26′ s.t. Hernani (P) – espulsi: nessuno – recuperi: 0′ p.t. e 0′ s.t.

image_pdfimage_print