Le pagelle di Fiorentina-Atalanta

Tempo di lettura: 2 minuti

PASALIC SI VEDE POCO, PAPU PIMPANTE MA IMPRECISO

Match in cui è davvero difficile poter esprimere dei giudizi su quanto visto in campo: un’Atalanta comunque che è piaciuta per lunghi tratti ma che conferma per l’ennesima volta la sua difficoltà ad andare a rete, elemento da non sottovalutare se si considera tutti gli attaccanti a disposizione di un Gasperini che le ha provate tutte per rimettere in piedi la partita ma senza successo.

LE PAGELLE

ALL.: GASPERINI 6.5: nel finale inserisce tutto ciò che in attacco aveva in panchina con la sola eccezione di Ilicic ma senza trovare quel gol che i suoi hanno di gran lunga meritato. Punito da un episodio di cui abbiam già detto tutto, la classifica non è delle più rosee ed ora deve essere bravo a tener uniti questi ragazzi e cercare subito riscatto già domenica contro la Samp.

GOLLINI 6: alla fine incassa due gol, in cui può davvero poco. Sul rigore va dalla parte opposta rispetto alla sfera, sulla punizione di Biraghi la devia ma oltre la linea di porta.

TOLOI 6: protagonista sfortunato quanto involontario del “fattaccio” che cambia la partita: evidente dalle immagini tv come non tocchi minimamente Chiesa che cade in area con un tuffo degno dei migliori nuotatori. Peccato.

MANCINI 6: un tempo e mezzo di ordinaria amministrazione vista l’assenza di Masiello. Lascia poi il campo per Rigoni nell’assalto finale senza successo (RIGONI 6: vicinissimo subito al gol, poi nel finale va all’arrembaggio con i compagni ma senza successo).

PALOMINO 6.5: decisivo con un paio di ottimi interventi difensivi nel primo tempo ed in avvio di ripresa che evitano guai peggiori.

IN MEZZO E’ MANCATO UN PO’ FREULER, CHE LO SCORSO ANNO TROVO’ IL PARI AL FRANCHI IN PIENO RECUPERO

HATEBOER 5: purtroppo tutto parte da qui. Si lascia sfuggire Chiesa nell’azione che chiama poi Toloi a dover compiere quell’intervento in area che cambierà tutto quanto. 

DE ROON 6.5: bene in campo dirigendo con ordine le operazioni e con un paio di buone aperture non sfruttate al meglio dai compagni.

FREULER 5.5: decisivo lo scorso anno al Franchi, oggi apparso in ombra, un po’ come nelle ultime sue partite non trovando mai il guizzo giusto per poter metter in mostra le sue qualità (BARROW s.v.: dentro per una decina di minuti nel finale dove non la tocca praticamente quasi mai…).

CASTAGNE 6: discreta la sua partita nel primo tempo, nella ripresa diventa più timido e si vede poco, tant’è che viene sostituito nel finale (ADNAN s.v.: anche lui partecipa all’arrembaggio finale ma senza successo).

PASALIC 5: una partita un po’ da fantasmino per lui: pochi palloni giocati, e si vede pochino anche quando i nerazzurri giocavano comunque un ottimo calcio. Da rivedere.

ZAPATA 5.5: parte subito provando la conclusione in porta, poi si limita spesso a fare lavoro di sponda e al servizio dei compagni ma quasi mai a cercare la porta; ma lui è anche un attaccante…

GOMEZ 6.5: diamogli un premio per il tanto impegno, per la grande occasione che Lafont gli ha mandato in corner quando il pari pareva cosa fatta. Però diciamo anche che spesso si intestardisce sul pallone e ogni tanto dimentica di vedere i compagni in area per poterli servire adeguatamente. Però la sua condizione c’è, e da questo momento buio serve anche il suo aiuto per uscirne tutti insieme!

image_pdfimage_print